Influenza, Palatenda “promosso”   In 3 giorni a Mariano 1.200 vaccini
Gli ultimi pazienti in attesa ieri per il vaccino antinfluenzale

Influenza, Palatenda “promosso”

In 3 giorni a Mariano 1.200 vaccini

La struttura è apprezzata dai medici di base:«Iter sicuro, veloce e protetto per i nostri pazienti». Il sindaco promette: «L’anno prossimo si replicherà»

Poco più di sedici pazienti all’ora, un centinaio ogni ora per ogni medico di base, per un totale di 1.200 vaccini somministrati ad altrettante persone nei tre sabati di apertura al pubblico del “Palatenda” come centro di riferimento della campagna antinfluenzale a Mariano.

Questi sono i numeri della trasformazione dell’area delle feste a centro sanitario, come anticipato dal sindaco Giovanni Alberti, che è pronto a mettere la tensostruttura a disposizione dei medici di famiglia anche l’anno prossimo.

Perché le linee allestite per coprire dai rischi del coronavirus in estate, quest’autunno sono state riutilizzate per fronteggiare l’influenza stagionale, grazie all’amministrazione che ha raccolto l’esigenza di spazio avanzata dai medici di base attraverso la sezione locale della Croce Bianca.

Sei i dottori che hanno inaugurato il sito il 13 novembre: Antonella Fittipaldi, Eleonora Pepe, Eugenio Pozzi, Gabriella Regalli, Nicolino Sanzari ed Eleonora Bentivoglio, a cui si è aggiunto Giampiero Barzaghi.

«Oggi - ieri ndr -si chiude questa esperienza» ha commentato la presidente della sezione locale della Croce bianca, Paola Erba chiamata a gestire la logistica.

«L’anno scorso avevamo risposto alla domanda di spazio dei medici di base, concedendo la nostra sede, quest’anno, invece, questo sito che potrebbe candidarsi a questo scopo al di là dell’emergenza in corso - ha proseguito - Perché un’area così permette ai medici di base di vaccinare più persone senza ingolfare l’attività quotidiana nei loro ambulatori».I medici di famiglia promuovono infatti il “Palatenda” per questo scopo.

«Ci siamo trovati decisamente bene perché è funzionato tutto al meglio: un percorso veloce, organizzato, pulito, insomma, senza alcuna sbavatura» ha spiegato il medico Eleonora Bentivoglio. Le sue parole sono state raccolte dal collega Nicolino Sanzari: «Questa è stata un’ottima scelta, lo dimostrano le persone soddisfatte del servizio. È da mettere in conto per il prossimo anno».

Silvia Rigamonti


© RIPRODUZIONE RISERVATA