Ramadan a Cantù: il Tar dice “sì”  E il Comune manderà i vigili
Permesso per il Ramadan in via Milano, ma solo se saranno rispettate le prescrizioni

Ramadan a Cantù: il Tar dice “sì”

E il Comune manderà i vigili

Permesso temporaneo fino al 4 giugno concesso dopo la richiesta urgente di Assalam

È trascorso un anno, ma tutto si ripete allo stesso modo: il Tar di Milano si è espresso sulla richiesta urgente presentata dall’associazione Assalam e le concede di utilizzare il capannone di sua proprietà in via Milano per celebrarvi il Ramadan, dopo che il Comune aveva negato il permesso.

Permesso temporaneo, limitato al mese sacro per l’Islam, dal 5 maggio al 4 giugno, e a patto di rispettare il limite di 99 persone all’interno della struttura. E ancora, come l’anno scorso, l’amministrazione annuncia l’intenzione di vigilare per garantire che questa prescrizione non venga disattesa. Perché, si legge nel decreto pubblicato ieri dalla seconda sezione del Tar di Milano, se tale prescrizione verrà violata il Comune potrà interrompere questo uso provvisorio.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola sabato 27 aprile


© RIPRODUZIONE RISERVATA