Sorpresa: i parcheggi non mancano  Altri posti a pagamento a Cantù
Una delle nuove zone a disco orario di 30 minuti in piazza Marconi (Foto by Archivio)

Sorpresa: i parcheggi non mancano

Altri posti a pagamento a Cantù

I rilevamenti per il Piano del traffico rivelano che il piazzale del crinale è utilizzato al 50%. Resta alta la percentuale delle auto in divieto: l’11%. Via le aree di sosta che intralciano

I posti auto in centro a Cantù, a dispetto di quanto si creda, non mancano. Anzi, i parcheggi sul piazzale durante la settimana vedono libero un posto su due. E nonostante questo non mancano le vetture in divieto. Per rendere più efficiente il sistema, in futuro, la proposta è aumentare la rotazione estendendo i posti blu e rimodulando la tariffa.

Queste le soluzioni contenute nel piano urbano del traffico adottato dalla giunta, che nei prossimi mesi dovrà prima affrontare il vaglio dei cittadini, poi quello del consiglio comunale, per venire approvato definitivamente.

In merito alla sosta, la Trasporti e Territorio di Milano, che ha redatto il piano, ha condotto delle indagini sull’offerta e sulla domanda, nell’aprile dell’anno passato. Il risultato, secondo la società, è che «a Cantù il sistema della sosta, sia all’interno del centro storico che nelle sue immediate vicinanze, non presenta criticità ma, al contrario, l’offerta di sosta è mediamente superiore alla domanda».

Focalizzando l’attenzione all’interno della futura ztl, in centro, il totale degli stalli rilevati è di 211, la maggior parte dei quali a pagamento. Questi risultano mediamente occupati all’83% (mattina di un giorno feriale). Contestualmente, c’erano auto in divieto di sosta. Nel dettaglio, su 211 posti sono state rilevate 196 auto, 175 in sosta regolare e 21 in divieto, l’11%.

Restano 36 posti liberi.Per quanto riguarda i parcheggi su piazzale, tutti in prossimità del crinale, sia nei giorni feriali che nei giorni di mercato, poco meno della metà dei posteggi non risultava utilizzata: circa 410 posti vuoti su un’offerta di 886 stalli durante la settimana; 325 vuoti su un’offerta di 750 il sabato di mercato.

Le azioni che il piano prevede di attuare sono la razionalizzazione dell’offerta di sosta a bordo strada nell’area centrale, eliminando se necessario i posti auto nei punti in cui sono d’ostacolo alla fluidità e sicurezza della circolazione, anche per mettere in sicurezza marciapiedi e piste ciclabili.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA