A Cosenza in ventidue  La partita anche in tv
Mister Carlo Sabatini ha convocato per la Calabria 22 giocatori (Foto by Foto Cusa)

A Cosenza in ventidue

La partita anche in tv

Intanto il Novara vince e si porta a +4 sul Como

La squadra raggiungerà Cosenza domani a metà giornata, alla fine dell’allenamento. Per la Calabria sono partiti quasi tutti i giocatori della rosa, i convocati per la trasferta sono ventidue.

A casa, oltre allo squalificato Cassetti, restano soltanto Corticchia, Scapuzzi, Russu e Barlocco. Domani mattina allenamento di rifinitura in Calabria, in campo si va mercoledì sera alle 20.45. Anche giovedì mattina il Como si allenerà a Cosenza, e ripartirà poi nel pomeriggio. Anche per questo Sabatini ha scelto di portare via un numero abbondante di giocatori, visto i tempi ristretti che separano la partita di Coppa da quella di sabato. Prima della partita di Alessandria, infatti, è in programma un solo allenamento a Orsenigo, venerdì pomeriggio. Ad Alessandria si giocherà sabato 25 aprile, alle 14.30

La finale di Cosenza sarà trasmessa anche in diretta televisiva, su Rai Sport Due, oltre che in streaming dal canale Sportube.tv. Al Como, come si sa, serve un’impresa per ribaltare il risultato dell’andata, la pesantissima sconfitta per 1-4. Il Como quindi può vincere se la partita finisce 0-4, o 1-5. Se il Cosenza segna due o più gol lo scarto a favore del Como deve essere di almeno tre reti. Intanto è stato designato l’arbitro che dirigerà la gara di mercoledì sera allo stadio San Vito, si tratta di Di Roberto di Nocera Inferiore.

Intanto sera si è giocato il posticipo della quart’ultima giornata, Novara-Giana Erminio. Il Novara ha vinto 2-0 grazie a una doppietta di Gonzalez e si è portato a 62 punti, quattro in più del Como. La situazione di classifica a questo punto è questa: Bassano 67, Pavia 64, Alessandria 63, Novara 62, Como 58, Feralpi Salò 50, Real Vicenza 48, Cremonese e Arezzo 46, Venezia 45, Sudtirol 44, Mantova e Torres 43, Giana 42, Renate 41, Monza 38, Lumezzane 32, Pordenone 30, Albinoleffe e Pro Patria 29.


© RIPRODUZIONE RISERVATA