Giovedì 13 Giugno 2013

Assetti Como, si rafforza

il gruppo del presidente

Ill presidente del Como Pietro Porro

Il fermento continua all’interno del Calcio Como, e a quanto pare la situazione tra le componenti starebbe trovando il giusto equilibrio, o più probabilmente i numeri sufficienti, per proseguire senza intralci. E senza l’ingresso di nuove forze, perlomeno non in termini sostanziosi.

E’ ormai di dominio pubblico da tempo che non ci sia concordanza di vedute e di scelte all’interno del gruppo societario. Sia sulle questioni sportive che su quelle economiche. Una condizione che poteva e può essere se non pericolosa quantomeno problematica per il prosieguo del cammino.

Anche per questo, ma non solo, sono uscite ipotesi di ingresso di altre forze, con cui peraltro la società ha avuto dei contatti a vario titolo. Ingressi che potevano servire sia a livello di peso economico che, evidentemente, per lo spostamento negli equilibri di potere decisionale. Che la parte “forte” della società vorrebbe mantenere ben saldo. Ovvero il presidente Porro e i soci che lo sostengono, in particolare Gieri, Foti e Bruni. Quindi, dando spazio a eventuali nuovi ingressi sì, ma non al punto di lasciare ad altri lo scettro del comando.

Le ultime notizie dicono però che proprio intorno a Porro e al suo gruppo ora si starebbe ricreando una situazione più favorevole in termini di sostegno e di maggioranza. Una risalita, insomma, della corrente presidenziale che qualche giorno fa invece appariva più in minoranza. Cosa può essere cambiato? Potrebbe esserci stato uno spostamento di quote all’interno della S3C - la società che possiede il Como e di cui fanno parte tutti i soci - o forse Porro ha trovato qualche nuovo appoggio esterno, considerato anche che c’era ancora una parte di quote da assegnare? C’è anche però l’ipotesi che uno dei soci “indecisi” possa aver scelto di appoggiare la linea del presidente.

© riproduzione riservata