Como a Ferrara  L’obiettivo è la finale

Como a Ferrara

L’obiettivo è la finale

Oggi alle 14.30 contro la Spal la semifinale di andata della Coppa Italia di Lega Pro

Il Como in finale di Coppa Italia ci vuole arrivare, lo ribadisce molto chiaramente Carlo Sabatini. Anche in base al principio che “vittorie portano vittorie”. E si sa quanto il Como di oggi ne abbia bisogno.

Domenica pomeriggio però il Como deve giocare contro la Giana Erminio. E che di questo mister Sabatini non si dimentica. Tant’è che qualche giocatore per oggi non è stato neppure convocato - oltre agli infortunati Giosa, Fautario e Ardito resteranno a casa a rifiatare Castiglia e Marchi - e che non pochi tra i titolari delle ultime gare dovrebbero partire dalla panchina. Parliamo per esempio di Cassetti e Marconi in difesa, di Le Noci e Ganz in attacco.

L’idea del mister è di ripartire con l’assetto più simile a quello con cui si è chiusa la partita di Venezia. Un 4-2-3-1 che, perlomeno sabato scorso, pur nella difficoltà ad arrivare alla rete e pur essendo poi viziato dall’espulsione di Lebran, era parso il più efficace in termini di spinta e produttività. Davanti alla difesa - che potrebbe schierarsi con Ambrosini, Lebran, Curti e Rinaldi - ci sarà certamente dall’inizio Berardocco , probabilmente con Fietta. La punta più avanzata potrebbe essere De Sousa, spalleggiato dal trio Rolando.Scapuzzi-Cristiani.


© RIPRODUZIONE RISERVATA