Figc, ora c’è anche l’ufficialità «Svincolati i giocatori del Como»
Antonio Giosa, uno dei giocatori svincolati del Como (Foto by Cusa)

Figc, ora c’è anche l’ufficialità
«Svincolati i giocatori del Como»

E qualcuno dei dieci giocatori interessati da questo provvedimento – nove nella squadra della scorsa stagione più Giosa – ha già trovato squadra ufficialmente

«Nel caso in cui la società non prenda parte al Campionato di competenza, o se ne ritiri o ne venga esclusa, o a essa sia revocata l’affilizione, i calciatori per la stessa tesserati, salvo casi eccezionali riconosciuti dal Presidente Federale, sono svincolati d’autorità».

Così recita il primo comma dell’articolo 110 delle Noif, quello su cui si basa il comunicato ufficiale emesso la sera del 13 luglio a firma del presidente federale Carlo Tavecchio. Nel comunicato, molto scarno, si delibera «di svincolare i tesserati della società Calcio Como srl». Lo svincolo si basa sulla revoca dell’affiliazione alla vecchia società fallita, non viene presa in considerazione la Fc Como della Essien, che di fatto per la Figc non è mai esistita e non ha avuto quindi alcun tesserato a suo nome.

Niente di sorprendente, semplice prassi. Tant’è che qualcuno dei dieci giocatori interessati da questo provvedimento – nove nel Como la scorsa stagione più Giosa – ha già trovato squadra ufficialmente: Di Quinzio al Pisa, Chinellato al Padova, Giosa all’Alessandria, Bertani al Lecco e Crispino al Bisceglie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA