Martedì 03 Dicembre 2013

Il Como e i gol, un amore ritrovato

Esultanza dei giocatore di Como dopo un gol: un’immagine che sta tornando sempre più frequente FOTO CUSA

Il confronto è veramente impietoso. Nelle prime nove giornate il Como ha segnato sei gol, uno dei quali, peraltro, su autorete. Non solo, ma questi sei gol sono stati suddivisi in tre sole partite: due reti alla seconda giornata contro il Vicenza, tre alla quarta contro l’Alto Adige, e l’autorete che ha portato il successo a Cremona. Serata in cui, a onor del vero, è stato fallito anche un rigore, da Defendi. Che se fosse arrivato non avrebbe comunque cambiato granchè sostanza e senso del discorso. Perchè dal primo settembre a metà novembre, quasi un terzo di campionato, sono state ben sei su nove le giornate in cui il Como è rimasto a secco.

Ma la tendenza sta decisamente cambiando. Innanzitutto, sono tre giornate che si segna sempre. E poi, in queste tre giornate sono arrivati la bellezza di sette gol, più di quanto sia stato fatto nei nove turni precedenti.

Che cosa è cambiato? «Prima o poi sarebbe successo - spiega Colella -, fa parte di quel cammino, di quel percorso che era necessario compiere e su cui ancora stiamo lavorando, settimana dopo settimana. Se più volte ho detto che era solo una questione di tempo e di meccanismi è perchè so, e la società sa, che le cose stanno esattamente così. E ancora, tengo a dirlo, non siamo arrivati da nessuna parte. Stiamo camminando ancora, e non bisogna smettere».

© riproduzione riservata