Il Como e un Sinigaglia spettacolare L’a.d. Felleca: «Vittoria meritata»
Il bellissimo colpo d’occhio sulla curva del Como (Foto by Cusa)

Il Como e un Sinigaglia spettacolare
L’a.d. Felleca: «Vittoria meritata»

Quasi cinquemila persone, un pubblico colorato che spesso non si vedeva neppure in serie C

Quasi cinquemila persone, uno spettacolo di pubblico che al Sinigaglia spesso non si vedeva neppure in serie C. Togliamo pure i tifosi del Mantova, che alla fine erano poco più di ottocento, togliamo pure gli oltre quattrocento ragazzi delle scuole calcio in curva con i loro accompagnatori. Restano comunque numeri importanti, numeri per ridare speranza.

Colori bagnati dalla pioggia e offuscati dal grigio della giornata, ma il tifo delle due curve è stato incessante, la partecipazione della tribuna, strapiena, è stata intensissima, dall’inizio alla fine della partita. Sono tornati in curva stendardi di tanti gruppi, sono tornati a risuonare alti i cori, e tutto sommato sono stati contenuti nella rivalità sportiva gli sfottò tra le due curve. Il Sinigaglia, tutto il Sinigaglia, è uscito promosso da questa giornata, anche dal punto di vista dell’ordine pubblico.

Qualche addetto ai lavori in più del solito, ma è stata soprattutto la gente del Como a viversi e gustarsi questa vittoria con tutte le sue emozioni e le sue, fortunatamente poche, tensioni.

«Sono contento di aver saltato insieme a cinquemila persone», diceva un raggiante Roberto Felleca a fine partita. C’è anche, ovvio, un po’ di legittima soddisfazione personale nella dirigenza.«Continuo a pensare che gli insulti nei nostri confronti siano stati esagerati, questa vittoria è una dimostrazione del fatto che abbiamo sempre cercato di lavorare bene, e continueremo a farlo perchè questa vittoria è meritatissima e dobbiamo arrivare fino in fondo».

Che succederà della società dopo questa vittoria? «Un clima positivo e una squadra vincente aiutano anche nell’ottica di una trattativa. Ma oggi siamo felicissimi per questo successo e per aver visto un Sinigaglia come mai eravamo riusciti a vedere».n


© RIPRODUZIONE RISERVATA