Martedì 26 Agosto 2014

Il Como ha chiesto la B

Caos sui campionati

Beppe Le Noci in azione a Genova
(Foto by FOTO CUSA)

La domanda per la serie B del Como è stata presentata ieri mattina a Milano. E nel giro di poche ore si conoscerà qual è la squadra che occuperà il ventiduesimo posto in B. Probabilmente domani.

Insieme a quella del Como ci sarebbero altre dieci richieste, la cui legittimità in qualche caso potrebbe essere messa in discussione. Ma tra queste dieci società - che a questo punto sarebbero Vicenza, Pisa, Catanzaro, Juve Stabia, Lecce, Benevento, Salernitana, Reggina, Novara e Gubbio - certamente il Como non risulta primo. Diciamo che il Como, punto più punto meno, potrebbe classificarsi a metà di questa graduatoria.

Ma questa non è l’unica decisione che va sancita per dare il via regolarmente al campionato. Anzi, ai campionati. Ci sono altri due nodi importanti da sciogliere. Il primo, quello del Novara, che giovedì sarà in udienza al Coni per il suo ricorso. Quello che ha causato la decisione di riportare la B a 22, impedendo però poi agli stessi piemontesi di usufruirne. Ora però paradossalmente se al Novara fossero riconosciute le sue ragioni le squadre ammesse alla B potrebbero addirittura arrivare a 23.

E poi, naturalmente c’è l’altro non semplicissimo nodo da sciogliere del ripescaggio dalla D alla Lega Pro. Insomma, il dubbio che la prima giornata possa subire uno slittamento è più che legittimo.

© riproduzione riservata