Il pre ritiro del Como sarà in stile lockdown
Grandi spazi al Sinigaglia (Foto by Cusa)

Il pre ritiro del Como
sarà in stile lockdown

In attesa di fissare la data, la società ha deciso di far svolgere allenamenti individuali o a piccoli gruppi

Il giorno della ripresa è vicinissimo, il Como ricomincerà a lavorare tra una settimana. Molto probabilmente già il prossimo lunedì, il giorno preciso verrà deciso ufficialmente in queste prossime ore. Ma sarà in ogni caso nella prima metà della settimana prossima.

Il problema principale, quello del protocollo sanitario, per il momento verrà evitato. Perchè la squadra non lavorerà insieme, ma con allenamenti individuali a piccoli gruppi. Probabilmente anche in fasce orarie diverse.

Un modo di lavorare in un certo senso simile a quello che alcuni giocatori già hanno sperimentato durante la fase due del lockdown, con la differenza che questa volta sarà presente anche lo staff tecnico.

Si tratterà, quindi, di una sorta di pre ritiro sostanzialmente basato su una ripresa atletica e fisica, con minore spazio per l’aspetto tecnico e tattico. Ma che consentirà ai giocatori di ripristinare la forma prima di entrare nel periodo di lavoro vero e proprio.

Nel frattempo, qualcosa potrebbe anche ammorbidirsi dal punto di vista del protocollo. Che in ogni caso dovrà essere seguito prima di cominciare il ritiro ufficiale. E anche qui c’è già una data pressoché certa: si lavorerà ancora, come già anticipato, ad Arona, alloggiando all’hotel Concorde, sede del ritiro del Como per la quarta stagione consecutiva.

Per tre settimane a partire da lunedì 10 agosto, con possibile ritrovo domenica 9. In pratica, una decina di giorni di lavoro a Como, due o tre giorni di riposo, e poi le canoniche tre settimane di ritiro, perchè ad Arona la squadra resterà sino alla fine del mese di agosto.

Invece la sede degli allenamenti delle prossime due settimane sarà lo stadio Sinigaglia, dove è ormai certo che non partiranno a brevissimo i lavori sul campo. E dove la possibilità di avere più spogliatoi a disposizione assicura anche il rispetto delle norme dal punto di vista sanitario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA