Settore giovanile, il Como vuole cambiare strategia
Il nuovo ds Carlalberto Ludi (a sinistra) e il Ce’ del Como, Michael Gandler (Foto by Cusa)

Settore giovanile, il Como
vuole cambiare strategia

Non più una forma di gestione esterna, ma il rientro vero e proprio nell’attvità del club

Non c’è solo la prima squadra e la conferma, o meno, di tecnici e allenatori nei pensieri della nuova proprietà del Como.

Ieri c’è stato infatti un incontro tra il ds Ludi e Nico Bisazza, responsabile settore giovanile. C’erano anche Luca Bocconcello (responsabile del settore tecnico dei baby) e Claudio Pilia (tecnico della Juniores).

Il Como vuole cambiare strategia, non più un settore giovanile gestito esternamente, ma all’interno del club alle dirette dipendenze di un tecnico della società. Pare difficile ciò possa coincidere con il gruppo Bisazza, che però ha un contratto di tre anni. Vedremo. Contatti con Hefti di Fox Town.


© RIPRODUZIONE RISERVATA