Abusivi nel parcheggio dei disabili  San Fermo non fa sconti: 200 multe
I parcheggi per i disabili che sono stati realizzati nella zona delle scuole

Abusivi nel parcheggio dei disabili

San Fermo non fa sconti: 200 multe

Una sanzione ogni due giorni da 87 euro con un taglio di due punti sulla patente. Il comandante: «Anche le telecamere contro i furbi»

Lasciare l’automobile o un altro veicolo in sosta su uno stallo riservato ai disabili quando non si a diritto a farlo è una delle infrazioni che più fanno arrabbiare le persone costrette a subire questi autentici soprusi. Ma anche i vigili in servizio a San Fermo.

Nel corso di un anno, il 2020, malgrado ci siano state le restrizioni alla circolazione dei veicoli legate ai provvedimenti assunti durante il lockdown a causa della pandemia, la Polizia locale di San Fermo ha infatti elevato 198 sanzioni a chi ha lasciato l’auto sugli stalli per i portatori di handicap, una media di 16 multe al mese. Una media, per tradurre, di una multa ogni due giorni.

Di questi 198 casi, 18 sono stati immediatamente sanzionati con un bel verbale, chi ha posteggiato nei posti riservati agli invalidi senza averne diritto ha pagato multe per un totale di oltre 19 mila euro. Sia nei posti riservati in paese, sia in quelli al piano zero del parcheggio dell’ospedale i vigili trovano sempre qualche furbetto che incivilmente utilizza un servizio che non gli spetta e così scatta la multa.

E il fenomeno non sembra diminuire. «Da inizio 2021 abbiamo elevato 13 multe in 20 giorni – aggiunge il comandante Francesco Leanza - queste solo per chi ha abusato del posto riservato ai disabili. Visto che spesso c’è chi non rispetta il divieto di posteggiare in quegli stalli, soprattutto in zona delle scuole, tempo fa abbiamo fatto in modo che una telecamera del parcheggio puntasse proprio sugli spazi riservati ai disabili. Così qualsiasi illecito viene registrato e poi noi provvediamo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA