Campione, il Comune taglia 86 persone   Dei 102 dipendenti ne restano solo 16
Il corteo di martedì scorso organizzato per chiedere il salvataggio di Campione

Campione, il Comune taglia 86 persone

Dei 102 dipendenti ne restano solo 16

Il segretario generale ha notificato le eccedenze ai sindacati. Il vicesindaco Balsamo: «Scelta drammatica, soluzione prevista dalla legge»

Il casinò è chiuso da due settimane e ora più di otto dipendenti su dieci nel Comune risultano in esubero. Sono 86 i lavoratori che stanno per perdere il loro posto di lavoro. Per legge in municipio bastano 16 persone.

Il segretario generale del Comune, ha notificato ai sindacati che: «Il consiglio comunale il 7 giugno ha dichiarato il dissesto finanziario per effetto di tale procedura il Comune procederà a deliberare le eccedenze del personale, quantificate in 86 unità, la dotazione dell’organico prevista è infatti di 16 dipendenti».

«È una scelta drammatica, ma è l’unica soluzione prevista dalla legge – ha spiegato ieri nel tardo pomeriggio Alfio Balsamo, il vicesindaco di Campione – vedremo se affrontarla subito in giunta. È chiaro che non vorremmo, perché siamo un caso particolare, perché siamo un’enclave, perché gestiamo la Posta e tanti altri servizi in paese, perché c’è il casinò. Ai piani alti però ci è stato chiesto di mettere in equilibrio il sistema Campione, così non regge. Se vogliamo ripartire, se vogliamo fare dei nuovi passi sulla casa da gioco, non abbiamo alternative. Certo è doloroso, dovremo spiegarlo alle famiglie».

© RIPRODUZIONE RISERVATA