Como, Povero Ferragosto  Turisti abbandonati alle code sotto il sole
I cartelli con le mappe e le indicazioni sono in pessime condizioni: scritte sbiadite e macchie (Foto by butti)

Como, Povero Ferragosto

Turisti abbandonati alle code sotto il sole

Chi visita la città si scontra con tanti disservizi. L’assessore Rossotti: «A breve la nuova segnaletica». E sulla passeggiata erbacce e niente manutenzione

I turisti che hanno scelto il lago per passare il Ferragosto devono affrontare tanti disservizi. Ancora irrisolto il problema delle lunghe code sotto il sole per chi vuole fare un giro in battello o andare a Brunate in funicolare, le due tappe obbligate di chi visita la città.

Il motivo delle lunghe file è, tra gli altri, l’impossibilità di fare i biglietti on line, come avviene quasi in tutto il mondo. E allora, in attesa di modifiche, che la Navigazione annuncia per il prossimo anno, non resta che aspettare munendosi di cappello e bottiglietta d’acqua. Nei mesi scorsi era stata ipotizzata la vendita dei biglietti anche negli alberghi o in alcuni esercizi del centro, ma non è stato possibile. A questo si aggiungono altri problemi per i turisti. I cartelli in centro sono nella maggior parte dei casi sbiaditi dal sole, rotti o con parti mancanti. E anche il nuovo infopoint appena aperto in via Albertolli (molto meno visibile rispetto alla collocazione precedente al Broletto) è segnalato da cartelli affissi con dello scotch alle colonne dei Portici Plinio. Particolare, questo, su cui non sono mancate le polemiche.

Dal canto suo l’assessore a Cultura e Turismo Simona Rossotti, che oggi sarà in città per l’intera giornata ad incontrare gli operatori dei settori, dice: «Per quanto riguarda i totem con le mappe e la cartellonistica siamo in fase di gara e, appena verrà individuata l’azienda che dovrà realizzarli, verranno rifatti. La procedura è in corso e la forma grafica fa parte dello stesso lavoro impostato con la nuova cartina della città (in distribuzione da pochi giorni con immagine guida il Duomo in bianco e nero, ndr)». Nessuna polemica, invece, sul fronte delle code fuori da Funicolare e Navigazione: «Creano disservizi? Certo, ma non è nostra competenza». L’assessore da ultimo interviene anche sulla localizzazione “defilata” del nuovo Infopoint: «Dubito che i turisti abbiano difficoltà ad individuarlo, visto che in questi primi giorni ha lavorato molto bene. Domani (oggi, ndr) sarà in città e mi dividerò tra tutte le principali attrazioni turistiche in modo da raccogliere tutti gli spunti per poter migliorare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA