Da Camnago a Monte Olimpino Tre cantieri aperti e inizia la scuola
Como senso unico alternato per cantiere in via Rienza (Foto by Andrea Butti)

Da Camnago a Monte Olimpino
Tre cantieri aperti e inizia la scuola

Via Bellinzona e via Rienza, lavori in alto mare - Sono arterie di collegamento battute da migliaia di auto. L’assessore: «I lavori non possono essere sospesi»

I cantieri stradali nel mese di settembre, con l’addio alle vacanze e la ripresa delle attività lavorative, sono poco graditi al cittadino medio, tanto più se da domani ricomincia la scuola. La città in questi giorni deve ancora fare i conti con importanti cantieri aperti in particolare in via Giussani e in via Bellinzona. Anche in via Rienza si segnalano code per lavori, mentre in via Scalabrini la posa dei tubi è stata completata.

«In via Giussani stiamo cercando di contenere i disagi soprattutto per l’utenza delle scuole – dice l’assessore alla viabilità e alle opere pubbliche Vincenzo Bella – si tratta di lavori alla tombinatura e alla raccolta delle acque bianche. I cantieri aperti negli scorsi giorni dureranno fino alla fine di ottobre, salvo un auspicabile anticipo da parte della ditta. Vanno però a blocchi, adesso il tratto interessato è quello vicino al parco Negretti, di settimana in settimana gli operai si sposteranno più avanti verso l’incrocio».

Tra via Palma e via Paoli circolazione e sosta resteranno interdetti anche ai mezzi della polizia e del soccorso. Il tratto di strada compreso tra via Varesina e via Palma rimarrà sempre percorribile per coloro che usufruiscono del percorso alternativo costituito da via Palma e via Di Vittorio con confluenza lungo via Cecilio (itinerario percorribile in entrambi i sensi di marcia). Durante la prima fase del cantiere, almeno fino al 23 settembre, saranno vietate circolazione e sosta nel tratto di via Giussani compreso tra via Guido da Como e via Palma. A Monte Olimpino per i lavori si segnalano code di mezz’ora fino a Ponte Chiasso, il senso unico alternato è in vigore per diverse ore della giornata.

«A Monte Olimpino ci sono stati dei ritardi nell’avvio dei cantieri – dice Bella – dovuti alla carenza di personale comunale nonostante le importanti assunzioni decise dal Comune. Le opere in via Bellinzona dureranno in tutto circa un mese, ma le operazioni più delicate che creano disagi al traffico penso che si risolveranno in circa 15 giorni. La strada però verrà messa in sicurezza con isole e svolte, seguirà poi la posa di una nuova illuminazione». I lettori si lamentano anche per un senso unico alternato dove è d’obbligo la presenza di movieri in via Rienza, la strada che risale verso Camnago usata da numerosi cittadini per saltare le code dell’ex statale e raggiungere Tavernerio.

«È per la posa dei tubi del gas – risponde ancora l’assessore – è un rinnovo importante, che è in corso in tutta Como da più di un anno. Il termine massimo dei lavori è dicembre, sempre se 2i rete gas non fa prima. Invece sono finiti per tempo i lavori di Comocalor in via Scalabrini, anche il manto stradale è stato steso e da ieri è percorribile. È una strada importante per il comparto perché è un’alternativa ad altri tragitti molto battuti, anche contestualmente alla chiusura di via Giussani».

Alcuni cittadini di Albate segnalano la presenza di cantieri sempre relativi alla rete del gas in via Ninguarda, sotto alla stazione dei treni e sopra all’oasi.

L’assessore Vincenzo Bella respinge le contestazioni: «I cantieri a settembre saranno poco graditi - conviene - ma le opere non possono fermarsi. Comprendo i disagi, durante tutto l’anno abbiamo portato avanti i lavori, è successo questa estate e ancor prima in primavera con il piano asfalti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA