Fino,torna la calma ad Andrate  «Ma attenzione agli oggetti sospetti»
Le condizioni in cui versa la villetta: non ci sarebbero pericoli di crollo

Fino,torna la calma ad Andrate

«Ma attenzione agli oggetti sospetti»

Si è conclusa la bonifica della villetta: «È ancora possibile che ci sia altro materiale pericoloso non sia stato ritrovato dopo l’esplosione»

C’è più tranquillità ad Andrate, Fino Mornasco, dopo che le numerose squadre di vigili del fuoco hanno lasciato la frazione nella serata di venerdì.

Significa che hanno terminato la messa in sicurezza e bonifica della villetta di via Liguria esplosa lunedì mattina e quindi il pericolo è finalmente alle spalle. Nella mattinata di ieri sono stati impegnati sul posto i Volontari del Lario, sempre presenti dall’alba al tramonto ogni giorno, che hanno portato via altre macerie di ciò che resta della villetta della famiglia Fino, dove ha perso la vita Alessandro, 21 anni.

Sul posto ieri anche la Polizia Locale di Fino Mornasco che ha distribuito alla popolazione un foglio con le indicazioni su cosa fare in caso di ritrovamento di oggetti sospetti nella frazione.

«In seguito all’esplosione, avvenuta l’11 maggio, di un’abitazione sita in via Liguria, sono stati proiettati detriti e oggetti a distanza anche ragguardevole rispetto al luogo di deflagrazione - si legge sul foglio firmato dal sindaco di Fino Roberto Fornasiero - sebbene tutta l’area coinvolta nell’esplosione sia stata accuratamente perlustrata da Forze dell’ordine e Vigili del fuoco, non si può escludere che ulteriori oggetti o manufatti possano essere ancora rinvenuti. Pertanto, al fine di tutelare la propria e altrui incolumità, chiunque rinvenga, nella sua proprietà o in altro luogo, oggetti o manufatti di dubbia natura, quali tubi metallici, qualsiasi tipo di involucro o contenitori di liquidi, è tenuto a non toccare, spostare o manomettere in alcun modo l’oggetto rinvenuto e allertare immediatamente le Forze dell’ordine». (Daniela Colombo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA