Il finto medico di Villa Guardia   tradito dalla linea no vax
Il blitz della polizia nello studio di Villa Guardia

Il finto medico di Villa Guardia

tradito dalla linea no vax

Il chirurgo, mai laureato, scoperto da una paziente a cui aveva consigliato di rinunciare alla dose

Due bambole di stoffa con mascherina anti-Covid sedute sulla sedia, dietro a un lettino da ambulatorio. E tutto attorno medicinali, attrezzature mediche, ricettari. Le immagini della perquisizione compiuta dai poliziotti della squadra mobile della Questura nella villetta di Marco Tettamanti, per molti “il dottore” anche se non si è mai laureato, confermano che una delle stanze dell’abitazione di Villa Guardia dell’uomo, 54 anni, già pizzicato per ben tre volte per aver esercitato la professione medica senza avere alcun tipo di laurea, era adibita a vero e proprio ambulatorio, dove l’uomo riceveva regolarmente i suoi “pazienti”.

A tradire il finto medico, che era tornato a esercitare confidando nel fatto che tutto sommato le persone non hanno comunque memoria di certi episodi, le sue posizioni scettiche nei confronti dei vaccini per proteggersi dal Covid.

I primi sospetti li ha avuti una donna che ha confidato, in via anonima, a un poliziotto suo conoscente i dubbi sull’effettivo possesso del dottor Tettamanti del titolo di dottore, sono infatti sorti quando nel corso di una visita domiciliare per curare il compagno a un problema alle dita del piede, il finto medico ha replicato, sul tema vaccini agli anziani genitori della donna: «Meglio aspettare, non mi fido».

Una posizione no vax che ha lasciato perplessa la “paziente”. E da qui sono scattati i controlli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA