Tavernerio, investito ancora grave  «Strada pericolosa, ci pensa il Comune»
Il tratto che verrà messo in sicurezza per i pedoni

Tavernerio, investito ancora grave

«Strada pericolosa, ci pensa il Comune»

L’uomo travolto resta in prognosi riservata. Fallito l’accordo con la Provincia, interviene il sindaco. Verrà messo un marciapiede illuminato da lampioni

L’ennesimo incidente lungo la trafficatissima Provinciale, ex SS. 342 Briantea, avvenuto l’altra sera all’altezza dell’innesto con la frazione di Rovascio e Rovascino di Lipomo, che ha visto un uomo di 42 anni, di Montorfano, travolto da un furgoncino mentre attraversava la strada, ripropone ed evidenzia la grande pericolosità di questa trafficatissima arteria di collegamento.

L’uomo attualmente resta ricoverato in prognosi riservata: le sue condizioni di salute rimangono molto serie. Dopo il fallimento dell’accordo con la Provincia, che risale al 3 maggio del 2012, disatteso dall’ente che non ha mai provveduto a stanziare i fondi promessi, la giunta comunale di Tavernerio guidata dal sindaco Rossella Radice, ha deciso di fare da sola perché la gente è stanca di aspettare ed ha approvato nei giorni scorsi un progetto ad hoc, predisposto dall’ufficio tecnico che fa capo all’architetto Antonio Luongo, per la riqualificazione e la messa in sicurezza dall’ex Briantea.

Il tratto di strada interessato dagli interventi, compreso dall’incrocio con la via Provinciale e l’incrocio con la via Urago, sarà messo in sicurezza con la realizzazione di un marciapiede per i pedoni, che ora camminando a ciglio strada rischiano di venire travolti, e l’installazione di un impianto di illuminazione pubblica.

Altri dettagli sul numero in edicola venerdì 4 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA