Va a fare rafting con gli amici  Muore a 48 anni in Val d’Aosta
Un equipaggio impegnato nel rafting

Va a fare rafting con gli amici

Muore a 48 anni in Val d’Aosta

La moglie, rimasta a riva, alla notizia ha avuto un malore. La vittima di Montano Lucino

Un uomo di 48 anni di Montano Lucino, è morto ieri facendo rafting in Valle d’Aosta. Il rafting è quella disciplina con cui si scendono i torrenti con grandi gommoni.

Il 48enne era andato con un gruppo di amici e con la moglie, però rimasta a terra e non salita sul canotto. L’incidente è successo alle 15.30 lungo un tratto della Dora Baltea nel comune di La Salle, non lontano dallo svincolo autostradale di Morgex.

L’esatta dinamica non è ancora chiara e la stanno ricostruendo i carabinieri di Morgex e di Aosta. Non è chiaro se il gommone si sia rovesciato o inclinato: l’unica cosa certa è che il comasco è finito in acqua. Non è escluso che la caduta sia dovuta a un malore o per il contraccolpo di un’ondata particolarmente violenta. Lo sfortunato turista è stato inghiottito dalle onde del fiume e anche se è stato recuperato velocemente è morto durante il trasporto in elisoccorso in ospedale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA