40 anni fa il sequestro Moro  e la strage di via Fani  La reazione di Como
La strage di via Fani a Roma

40 anni fa il sequestro Moro

e la strage di via Fani

La reazione di Como

La mobilitazione in città nelle pagine de La Provincia del 17 marzo 1978

Quarant’anni fa, il 16 marzo 1978, le Brigate Rosse rapirono a Roma in via Fani, Aldo Moro, presidente della Dc e artefice del compromesso storico che determinava l’ingresso del Pci nella maggioranza di governo. Furono uccisi tutti i cinque uomini della scorta di Moro: Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Raffaele Iozzino, Giulio Rivera e Francesco Zizzi. Lo statista sarebbe stato trucidato dai terroristi dopo 55 giorni di sequestro.

Aldo Moro nella prigione brigatista

Aldo Moro nella prigione brigatista

Como reagì alla notizia del rapimento e della strage della scorta con una grande mobilitazione in piazza del Duomo. Si fermarono il lavoro nelle fabbriche e le lezioni nelle scuole. Il consiglio comunale si riunì in seduta straordinaria. Ecco come La Provincia del 17 marzo 1978 riportò quei tragici eventi.

La prima pagina di cronaca de La Provincia del 17 marzo 1978

La prima pagina di cronaca de La Provincia del 17 marzo 1978

La prima pagina de La Provincia del 17 marzo 1978

La prima pagina de La Provincia del 17 marzo 1978


© RIPRODUZIONE RISERVATA