A 7 anni fingono di sparare all’intervallo:  «Copiano la serie tv, genitori controllate»
Una scena della serie Netflix sudcoreana “Squid game”

A 7 anni fingono di sparare all’intervallo:

«Copiano la serie tv, genitori controllate»

Gesto della pistola a chi perde a “Uno, due, tre, stella” come nel violentissimo Squid Game

Como

Alle elementari le eliminazioni a chi perde a “un, due, tre, stella” si va simulando il gesto della pistola. «Nessun allarme, ma facciamo attenzione» è la conclusione di un messaggio circolato ieri su Whatsapp fra i genitori delle seconde delle elementari di via Fiume. Ad allertare le rappresentanti di classi, autrici del messaggio, è stata una versione un po’ inconsueta del tradizionale gioco per i piccoli “uno, due tre stella”: gli alunni, durante l’intervallo, squalificavano i compagni mimando il gesto della pistola. Come si è scoperto, si trattava di un’imitazione di “Squid Game”, il “gioco del calamaro”, la popolarissima e violentissima serie tv Netflix.

L’emulazione è avvenuta nel corso della ricreazione: «Le maestre delle classi seconde – si legge nel messaggio Whatsapp - hanno notato che durante il gioco, i bambini simulavano la squalifica dei compagni con il gesto della pistola. Dopo una chiacchierata con gli alunni, si è capito che dicevano di giocare a Squid Game».

Costituita da nove episodi e ambientata in una società distrutta dalla povertà, la serie racconta la storia di un gruppo di persone cui viene proposto un gioco mortale: sopravvivere a diverse sfide, imperniate sui divertimenti da bambini, per portarsi a casa un montepremi di 33 milioni di euro.

A chi perde, però tocca una violenta eliminazione da parte di guardie armate, interamente vestite di rosso con una maschera nera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA