A lezione solo per cinque giorni  Settimana corta anche al Caio Plinio
Studenti all’uscita del Caio Plinio

A lezione solo per cinque giorni

Settimana corta anche al Caio Plinio

Più della metà degli studenti delle superiori da settembre avrà il sabato libero

Anche il Caio Plinio vuole passare alla settimana corta, così nelle superiori di Como città più di uno studente su due dal prossimo settembre non andrà a lezione al sabato. Tutti i presidi degli istituti comaschi si sono riuniti in Provincia per cercare di coordinare un passaggio unitario. Lo storico istituto dei ragionieri di via Italia Libera ha deciso di introdurre due intervalli, alle 10 e alle 12, per spezzare una giornata che potrebbe diventare troppo lunga e faticosa se le lezioni verranno compattate dal lunedì al venerdì.

«Per passare alla settimana corta - spiega la preside Silvana Campisano - è prima necessario organizzare e attrezzare al meglio la scuola, dando agli studenti i giusti tempi per le esigenze fisiche e psichiche e provando a razionalizzare lezioni, trasporti e servizi. Dopo aver ragionato su tutti questi aspetti valuteremo l’introduzione delle lezioni dal lunedì al venerdì». Alle elementari e alle medie, salvo rare eccezioni, la settimana corta a Como è diventata la regola.

Alle superiori è una realtà alla DaVinci-Ripamonti e al Pessina, sommando il Caio Plinio, sul totale dei 9.976 alunni che frequentano gli otto istituti pubblici della città, arriveremmo a 4.006 studenti con il sabato libero. A questi però occorre aggiungere buona parte degli studenti dei professionali, per esempio del Cfp, ma anche scuole come il Casnati: la maggioranza insomma fa la settimana corta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA