Ahi, ahi torna il caldone  L’estate “ripiega” il 25 agosto
Nuova ondata di caldo

Ahi, ahi torna il caldone

L’estate “ripiega” il 25 agosto

«Il weekend sarà con il sole e il caldo in aumento, poi di nuovo anticiclone africano. Al Nord qualche temporale anche forte inizialmente su Alpi e Piemonte»

Fine settimana tipicamente estivo quindi sull’Italia grazie all’anticiclone delle Azzorre: sabato della nuvolosità irregolare potrà a tratti offuscare i cieli soprattutto del Nord Italia, in particolare sulle Alpi, ma con basso rischio di pioggia. Domenica tanto sole e caldo che inizierà a farsi nuovamente intenso, ma ancora senza particolari eccessi: attese punte di 33-34°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste, mentre nottetempo e al primo mattino si starà ancora bene con minime gradevoli.

«La prossima settimana, almeno la prima parte, vedrà invece l’ennesima rimonta dell’anticiclone africano, responsabile di una nuova ondata di calore – avverte Edoardo Ferrara di 3bmeteo.com: -, interessato soprattutto il Centrosud con picchi nuovamente di oltre 34-35°C sulle aree interne, qualche grado in meno lungo le coste ma con afa in aumento. Caldo afoso anche al Nord, che tuttavia verrà lambito dalle correnti atlantiche in scorrimento oltralpe. Quest’ultime saranno così responsabili di qualche rovescio o temporale dapprima su Alpi e Piemonte, successivamente non escluso anche su Prealpi e Pianura Padana, sebbene in modo molto occasionale. In particolare i temporali avranno maggiori possibilità di svilupparsi da mercoledì 21 al Nord con marginale interessamento anche delle regioni del Centro dal 23-24 agosto. Data la presenza di aria calda e umida, non si escludono fenomeni anche di forte intensità, per quanto di breve durata e molto localizzati. Ricordiamo infatti che questo non significa che pioverà 24 ore su 24, ma che oltre al sole si dovrà mettere in conto la possibilità di qualche temporale».

L’estate 2019 potrebbe mostrare segnali di «stanca» dal 25 agosto e nei giorni successivi, quando l’anticiclone sembra ritirarsi verso Sud, lasciando l’Italia scoperta a correnti più instabili atlantiche. In questa fase avremo così un tempo decisamente più dinamico al Nord, con temporali sparsi pur alternati a parentesi soleggiate; a tratti coinvolto anche il Centro e più marginalmente il Sud. Se questa tendenza venisse confermata le temperature sarebbero in diminuzione da Nord verso Sud.


© RIPRODUZIONE RISERVATA