Albate, faccia a faccia con i ladri  Lui urla ma loro fanno con calma
Controlli di polizia ieri in via Canturina (Foto by butti pozzoni)

Albate, faccia a faccia con i ladri

Lui urla ma loro fanno con calma

Faccia a faccia con due ladri che lo hanno minacciato prima di andarsene con tutta calma. Ieri nel tardo pomeriggio in via al Piano un residente ha sorpreso i malviventi in fuga dopo un colpo nella villetta dei vicini che non erano presenti al momento del furto. I ladri dopo il colpo si sono messi a smistare la refurtiva dietro due piccoli pini proprio nel giardino del vicino che li ha sorpresi mentre stavano aprendo una serie di scatole di gioielli appena rubate.

L’uomo ha iniziato ad urlare, si è avvicinato e li ha messi in fuga. L’allerta nel vicinato è scattata poco prima delle 18: diversi vicini di casa si sono affacciati richiamati dal suono dell’allarme che dopo pochissimo si è spento improvvisamente. Si scoprirà in un secondo momento che i ladri hanno anche manomesso i fili. Tutti i vicini sono usciti per scoprire da dove provenisse l’allarme per verificare l’allerta e sincerarsi della situazione, proprio mentre uno dei residenti nel suo giardino viveva il momento del faccia a faccia con i delinquenti. E sempre ieri allarme in via Frisia per due tentativi di furto in altrettante abitazioni.

Intanto i residenti continuano anche a scambiarsi segnalazioni attraverso Facebook e appositi gruppi su Whatsapp tra vicini di casa. Un’altra iniziativa partirà stamattina: dalle 9.30 in piazza Tricolore sarà avviata anche una raccolta firme tra i residenti, che ha tra i suoi punti la richiesta di più controlli e di installare un sistema di videosorveglianza, un’idea nata durante l’incontro sull’allarme furti promosso dal consigliere Luca Ceruti. In parallelo si raccoglieranno le firme anche per costituire un’assemblea di zona.n 

© RIPRODUZIONE RISERVATA