Amici, sport, shopping e asporto  Si torna (quasi) a prima di Natale

Amici, sport, shopping e asporto

Si torna (quasi) a prima di Natale

Como: domande e risposte sulla zona rossa. Spostamenti consentiti solo nel Comune, deroga per i paesi più piccoli Bar e ristoranti chiusi, resta l’asporto ma non di bevande - Aperti i negozi di prima necessità

La Regione Lombardia torna, da domani, in zona rossa. I divieti sono quelli che abbiamo già imparato a conoscere, con poche novità. Tra queste il divieto di vendita da asporto per i bar dopo le 18, provvedimento fortemente criticato dalle Regioni ma contro il quale non c’è stato nulla da fare: a Roma temono ancora l’effetto “movida”. Tra le altre conseguenze, l’impossibilità per gli studenti delle superiori di tornare in classe, sia pure al 50% come sarebbe avvenuto se il ministero avesse assegnato alla Regione un diverso colore. Da lunedì saranno, di nuovo, tutti a casa davanti a un pc, e con loro anche i compagni di seconda e terza media. Di seguito le risposte alle domande più comuni.

1Quanto dureranno le nuove misure decise dal governo?

Il nuovo Dpcm entra in vigore oggi e “scade” il prossimo 5 marzo. Alla Regione Lombardia è stato assegnato da domani il colore “rosso”, quello che corrisponde al più alto indice di rischio epidemiologico.

2 A che ora entra in vigore il coprifuoco?

Il coprifuoco entra in vigore alle 22 e si protrae fino alle 5 del giorno successivo.

3 Posso entrare e uscire dalla Regione?

No. In generale la norma prevede che ci si possa muovere soltanto per «comprovate esigenze», per un’emergenza o per motivi di salute, studio e lavoro.

4 Serve l’autocertificazione?

Chiunque si sposti all’interno di una zona rossa deve portare con sé l’autocertificazione,compilata con l’indicazione dei motivi dello spostamento, il luogo da cui si parte e quello in cui si arriva.

5 Sono obbligato a stare nell’abitazione di residenza o domicilio o posso rimanere da un parente?

La norma chiarisce l’obbligo di soggiornare al proprio domicilio di residenza o comunque nella propria dimora abituale.

6 È consentito trasferirsi in una cosiddetta “seconda” casa?

No, in zona rossa non è consentito.

7 Posso uscire dal Comune?

Per i residenti delle zone rosse, è in vigore il divieto di uscire dal proprio Comune di residenza, sia con mezzi di trasporto pubblici o che privati, fatte salve, di nuovo, le «comprovate esigenze» di lavoro, studio e salute.

8 Posso uscire per una visita medica?

Il Dpcm consente gli spostamenti per motivi di salute, entro i quali rientrano anche le visite mediche. Anche in questo caso occorre specificarlo sull’autocertificazione.

9 Posso uscire per fare visita a parenti, amici, conoscenti?

Resta in vigore la regola che consente un’uscita al giorno ad un massimo di due persone (escludendo dal conteggio minor idi 14 anni conviventi) per poter fare visita a parenti o amici all’interno del proprio Comune di residenza. Si può lasciare il proprio Comune per fare visita a parenti o amici con le stesse modalità soltanto se si risiede in un Comune con meno di 5mila abitanti, e comunque non oltre una distanza di 30 chilometri e mai verso i Comuni capoluogo.

10 Posso uscire per una passeggiata?

Sì, nel Dpcm è scritto che l’attività motoria è consentita – fuori dall’orario previsto per il cosiddetto “coprifuoco” - in prossimità della propria abitazione «purché nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispostivi di protezione delle vie respiratorie». Non è necessario avere con sé l’autocertificazione.

11 Posso uscire a portare a spasso il cane?

Sì, vale la risposta alla domanda precedente. È consentito con mascherina e fuori dagli orari previsti per il cosiddetto “coprifuoco”, senza autocertificazione e in prossimità della propria abitazione.

12 Posso accompagnare mio figlio a scuola anche in un altro Comune?

Sì, sono consentiti gli spostamenti necessari a garantire la didattica in presenza laddove autorizzata.

13 Quali scuole saranno chiuse?

Sono chiuse le secondarie di primo grado - cioè le medie - a partire dalle seconde. Sono chiuse tutte le superiori, i licei, gli istituti tecnici, le scuole di formazione professionale. Si fa ricorso alla cosiddetta “Didattica a distanza” (Dad).

14 I miei genitori sono anziani. Posso portare loro la spesa? E più in generale posso andare a trovarli anche se risiedono in un altro Comune?

Sì, è consentito. Si tratta di un’evenienza che rientra nel novero delle “comprovate esigenze”, a maggior ragione nel caso di parenti stretti in parte o del tutto non autosufficienti.

15 Posso andare al bar o al ristorante?

Il decreto sospende l’attività di tutti i servizi di ristorazione, ivi compresi pub, pasticcerie, bar e gelaterie. È consentita l’attività di ristorazione da asporto fino alle 22, «con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze». Dalle 18 è vietato l’asporto di bevande.

16 Posso andare per negozi?

Sono chiusi tutti i negozi ad eccezione di alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole e negozi che vendono generi considerati “di prima necessità”.

17 Quali sono i negozi che vendono beni considerati “di prima necessità”?

Per generi di prima necessità si intendono: generi alimentari; carburante; materiale elettronico; ricariche e schede telefoniche; fioristi, librerie, articoli medicali e ortopedici; materiali per la cura degli animali; combustibile per uso domestico e per riscaldamento; prodotti per la cura della casa e della persona.

18 Posso andare dal parrucchiere?

Sì, parrucchieri e barbieri resteranno aperti.

19 Posso andare dal mio parrucchiere di fiducia anche se si trova in un Comune diverso da quello di residenza?

No, non è consentito. È possibile uscire dal territorio del proprio Comune di residenza soltanto nei casi in cui nel proprio Comune di residenza non eserciti alcun parrucchiere. E in ogni caso è permesso raggiungere il parrucchiere più vicino al proprio domicilio.

20 Posso servirmi presso un supermercato in un Comune diverso da quello di residenza?

Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito.

21 Posso svolgere attività sportiva all’aria aperta?

È consentito svolgere attività sportiva e motoria all’aperto ed in forma individuale. Non vige la regola della “prossimità” alla propria abitazione ma permane il divieto di lasciare il Comune di residenza.

22 Se vado a correre sono obbligato a indossare la mascherina?

No, chi pratica attività sportiva non è obbligato a indossare la mascherina fintanto che gli sia possibile rispettare il distanziamento di almeno un metro.

23 Posso svolgere attività ciclistica sportiva amatoriale?

Si tratta di attività sportiva individuale ed è pertanto consentita anche in zona rossa. In bicicletta è consentito lasciare il territorio del Comune di residenza. Non è obbligatorio l’uso della mascherina.


© RIPRODUZIONE RISERVATA