Appello per il nido dei cigni  «Va protetto dal lago che sale»
Il nido dei cigni di fronte all’ex biglietteria della Navigazione messo a rischio dall’avanzare del lago (Foto by pozzoni)

Appello per il nido dei cigni

«Va protetto dal lago che sale»

Le acque minacciano le uova deposte nell’area di cantiere

Allo studio il posizionamento di sacchi di sabbia: «Dobbiamo fare presto»

Le piogge fanno salire il livello del lago e l’acqua del Lario, ora, mette a rischio le uova che una coppia di cigni ha deposto sul marciapiede dove un tempo c’era la biglietteria della Navigazione, all’interno del cantiere per le paratie. E così è scattata la mobilitazione per cercare di proteggere il nido che potrebbe essere spazzato via dall’avanzata dell’acqua.

A lanciare l’allarme e l’appello sono stati, ieri, i volontari di Comosoccorso emergenza veterinaria, che si sono messi anche in contatto con l’amministrazione provinciale per ipotizzare un intervento a protezione del nido.

«Il lago continua a crescere - spiega Riccardo Terzo, responsabile di Comosoccorso, citando i dati del Consorzio dell’Adda - L’afflusso nel pomeriggio (di ieri ndr) era di 254 metri cubi al secondo e il deflusso solo di 168 metri cubi. Se questi valori non cambiano la situazione del nido si farà critica. Serve un miracolo».



© RIPRODUZIONE RISERVATA