Appiano, lo sparatore ammette  «Ho perso il controllo»
L’ingresso del Caffè del Centro ad Appiano Gentile

Appiano, lo sparatore ammette

«Ho perso il controllo»

Resta in carcere Enrico Zaffaroni, accusato di tentato omicidio Davanti al giudice ha raccontato la sua versione dell’aggressione al barista

«Ho perso il controllo». L’interrogatorio è durato abbastanza poco, ieri mattina al carcere del Bassone di Como.

L’uomo, 55 anni, è accusato di tentato omicidio, porto abusivo di armi e danneggiamento in seguito alla tumultuosa serata di mercoledì, conclusa con un colpo di pistola esploso in direzione del barista all’interno del suo Caffè del Centro in piazza Libertà ad Appiano Gentile.

L’arrestato eri ha dato la sua versione della vicenda, giustificandosi in quanto, al momento della lite, non era affatto lucido. «Ho perso il controllo di quello che stavo facendo, ero in stato confusionario» avrebbe spiegato al giudice delle indagini preliminari Maria Luisa Lo Gatto che lo ha sentito al carcere del Bassone per l’interrogatorio di convalida, dopo il provvedimento di fermo giunto alla conclusione delle rapide indagini coordinate dal pm Daniela Moroni ed effettuati dai carabinieri del Nucleo operativo di Cantù e della stazione di Appiano Gentile.

L’uomo era già noto per altri episodi, tra i quali i colpi esplosi con un fucile contro una pizzeria di Veniano nel 2014,


© RIPRODUZIONE RISERVATA