Aria calda in arrivo dal deserto  L’autunno può attendere
Sul lago in maniche corte: temperature di 4 gradi sopra la media (Foto by butti)

Aria calda in arrivo dal deserto

L’autunno può attendere

Temperature di quattro gradi superiori alla media stagionale, atteso un ulteriore innalzamento nei prossimi giorni. Tira vento di scirocco, l’estate non si è ancora arresa

Como

Tutta “colpa” della lunga estate che dalle sponde del Lago di Como non vuole proprio andarsene. Ci risiamo, il termometro è impazzito. Si torna a parlare di caldo anomalo per questo ottobre di inizio foliage. Tra cambi di stagione e cambi di armadio, tra cambi di umore e cambi di piumone il clima sta alzando l’ennesimo appello d’allarme sulle condizioni del nostro pianeta. E il cittadino comune ha come unico problema quello di come vestirsi la mattina.

Le temperature di stagione sono sopra di 4 gradi rispetto alla media e al posto delle piogge intense, a cui il comasco ormai in autunno sembra rassegnato, ci aspetta una settimana di belle giornate e un weekend liberi nei boschi a cercar castagne, funghi e a immortalare i colori degli alberi.

Ottobre si chiuderà così senza autunno. Ci si prepara a temperature intorno ai 20 gradi durante la giornata nell’ultima decade di questo mese, a causa della risalita di aria calda dal Nord Africa, richiamata sull’Italia dall’evoluzione di un vortice ciclonico, nato sulla Penisola Iberica.

Lo conferma Gianluca Bertoni, ingegnere ambientale, che sta seguendo l’evoluzione del meteo anche nella zona di Como. «Il caldo che avvertiamo in questi giorni è del tutto sopra la norma. Basta pensare che è nevicato oltre i 3100 metri e lo zero termico si è assestato sui 3400 metri, un limite altissimo. Ecco perché lo scorso weekend tutte le precipitazioni, che non si sono trasformate in neve per le alte temperature, hanno dato vita a temporali intensi e continuati. L’abbondante acqua caduta si è riversata direttamente nei fiumi e nei laghi, creando disagi a valle. Perché se in quota l’autunno è mite, quando piove i problemi più grossi si registrano ai piedi delle montagne». In Provincia di Como se ne sono accorti in molti e gli allagamenti non sono mancati nemmeno in città.

Già ieri però il meteo si è stravolto. Lo scirocco ha fatto il suo lavoro, portando anche 10 gradi in più, rispetto allo scorso weekend, in collina e in montagna con una media di 20 gradi. Dai temporali si è passati al sole pieno e caldo. E anche i prossimi giorni si apprestano a regalare temperature record per il periodo.

«Mercoledì nel tardo pomeriggio si verificheranno i primi addensamenti, ma solo giovedì rincontreremo la pioggia e per un giorno solo. Poi potremo godere di un bel clima per tutta la settimana, che migliorerà sabato e domenica – continua Bertoni – È un autunno atipico, che per ora non ci ha servito continuati periodi di pioggia, anche forte, a cui da sempre ci aveva abituato nelle nostre zone. Si va verso un periodo soleggiato e l’unica cosa da fare è godersi queste giornate». I maglioni di lana dovranno aspettare negli armadi ancora per un po’.


© RIPRODUZIONE RISERVATA