Assalto al supermercato di Breccia  I rapinatori minacciano con un coltello
Indagini della Polizia di Stato dopo la rapina al Gran Mercato

Assalto al supermercato di Breccia

I rapinatori minacciano con un coltello

Due uomini con il volto coperto si sono fatti consegnare quasi quattromila euro - Spavento per le cassiere e i clienti ma non è stato fatto del male a nessuno. Indagini della polizia

Si sono presentati quasi all’orario di chiusura, hanno agito in modo deciso minacciando con un coltello le cassiere ma, fortunatamente, non è stato fatto del male a nessuno.

Venerdì sera, poco prima delle 20, due giovani con il volto coperto da passamontagna hanno preso di mira il Gran Mercato delle carni di Breccia: i due hanno fatto irruzione e ben presto hanno fatto intendere quali fossero le loro intenzioni. Le cassiere presenti, comprensibilmente spaventate, sono state minacciate con un coltello, il tutto è durato una manciata di minuti, il tempo di farsi consegnare una cifra tra i 3 e i 4 mila euro in contanti e poi fuggire.

Alla rapina hanno assistito diversi clienti, tra di loro anche una signora anziana e un bambino, tutti spaventati per quello che stavano vivendo anche se nessuno è stato avvicinato dai due giovani.

Dal Gran Mercato delle carni è stato lanciato subito l’allarme e sul posto si sono diretti gli agenti della Questura cittadina: gli uomini della Mobile e della Volante si sono messi subito al lavoro per cercare di risalire all’identità degli autori del colpo. Gli inquirenti hanno passato al setaccio le immagini del circuito chiuso del supermercato per cercare elementi utili: i due rapinatori avevano il volto coperto e parlavano italiano, come confermato agli agenti anche dalle cassiere.

Dalle modalità utilizzate non è certo sembrato un colpo studiato da professionisti della rapina, ma un assalto messo a segno da giovani in cerca di soldi “facili”, magari per poter acquistare stupefacenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA