Assemblea dell’Avis Appello ai giovani «Servono donatori»
La sede dell’Avis di Como in via Fornace

Assemblea dell’Avis
Appello ai giovani
«Servono donatori»

Per raccogliere nuove adesioni avviati interventi nelle scuole superiori

Como

Nella sede di via Fornace 1, si è tenuta l’assemblea annuale dell’Avis comunale, presieduta da Alberto Soave.

I numeri della relazione del Consiglio per l’anno 2015 parlano di un aumento dei nuovi iscritti (320, erano 317 nel 2014) e delle donazioni che sono state 11.809 contro le 11.651 dell’anno precedente. In calo invece i donatori (5.425, 79 in meno rispetto al 2014).

«Elemento, quest’ultimo, di preoccupazione - ha sottolineato il presidente - dovuto sia a ragioni comuni a tutte le associazioni di volontariato sia al lavoro di “revisione” dell’archivio donatori fermi da lungo tempo, fatto che in certi periodi dell’anno ci ha messo in difficoltà nel reperire i donatori richiesti da inviare quotidianamente ai centri trasfusionali».

«Il 2015 - ha proseguito Soave - è stato caratterizzato dall’attivazione della macro area che ha riunito i centri trasfusionali di Como e Varese concentrando le attività di lavorazione delle sacche a Varese. A supporto dell’attività di chiamata dei donatori, poi, è entrata in funzione una nuova applicazione fruibile via web che facilita il coordinamento delle Avis che afferiscono al centro dell’ospedale Sant’Anna».

L’assemblea è proseguita con il bilancio dell’attività, fondamentale per far circolare il nome Avis e raccogliere nuove iscrizioni, come gli interventi nelle superiori in collaborazione con altre associazioni, la camminata di Sant’Abbondio, e le iniziative promosse dai gruppi che fanno parte dell’Avis di Como.L’obiettivo principale del 2016 (ottantesimo di fondazione) rimane comunque l’aumento dei giovani donatori - tramite campagne informative e il “passaparola” - per garantire la continuità dell’attività donazionale. Ad aprile, a Como, si terrà l’assemblea regionale.Info www.avisprovincialecomo.it.


© RIPRODUZIONE RISERVATA