Botte alla convivente  Arrestato dai carabinieri
Sono intervenuti i carabinieri in via Borgovico

Botte alla convivente

Arrestato dai carabinieri

Via Borgovico, giovane picchia una donna dopo un banale litigio. Intervengono i militari e scattano le manette

Sono intervenuti per una lite e hanno scoperto una storia di violenze e prevaricazioni.

I carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Como hanno arrestato un giovane con l’accusa di atti persecutori.

In cella, nel tardo pomeriggio di martedì, è finito un 27enne tunisino residente a Olgiate Comasco. Un nome già segnalato alle forze di polizia perché considerato violento nei confronti della sua compagna.

L’intervento dei carabinieri della radiomobile è avvenuto in via Borgovico. Alcuni residenti avevano segnalato una violenta discussione tra un uomo e una donna. Quando l’auto dei carabinieri è arrivata sul luogo della segnalazione ha trovato la giovane convivente del tunisino nascosta in un negozio di via Borgovico. Proprio da quel negozio, dove si è rifugiata, ha chiamato il 112 per chiedere aiuto.

I militari hanno quindi accompagnato la giovane - che aveva il volto tumefatto in seguito alla lite, scoppiata per motivi banali - in caserma insieme al fidanzato. Qui hanno scoperto che a carico del 27enne tunisino con casa a Olgiate Comasco risultavano già diverse denunce presentate in passato. Da qui la decisione di procedere all’arresto, dopo aver sentito il magistrato di turno in Procura.

Il giovane è ora in cella al Bassone. Oggi sarà interrogato per la convalida dell’arresto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA