Broletto orfano dell’Infopoint  Il Comune ora pensa di affittarlo
L’Infopoint è chiuso dallo scorso 9 agosto (Foto by butti)

Broletto orfano dell’Infopoint

Il Comune ora pensa di affittarlo

L’Infopoint è rimasto vuoto dalla chiusura dovuta al trasferimento del servizio nel nuovo punto di via Albertolli

Il futuro della struttura vetrata è stato analizzato nell’ultima giunta comunale, ma ancora non sono state prese decisioni. Da quanto si apprende l’assessore alla Cultura e Turismo Simona Rossotti ha proposto di attivare una gara ad evidenza pubblica per l’individuare un’associazione che possa presentare proposte turistiche e culturali per promuovere la città.

Possibili anche azioni di vendita oltre al merchandising. L’ipotesi sul tavolo è quella quindi di prevedere di assegnare gli spazi in locazione ad un canone che dovrà, in caso di approvazione, essere definito dall’amministrazione mantenendo quindi la vocazione turistico/culturale della struttura chiusa dallo scorso 9 agosto.

Dal canto suo l’assessore Rossotti precisa che «c’è un percorso in itinere di raccolta dei dati al fine di assumere una decisione» e che «sarà la giunta a valutare in modo condiviso». L’idea è quella di creare una sorta di polo culturale nel cuore della città attraverso il modello della «cultura diffusa».

Bisognerà vedere nelle prossime settimane se arriverà il via libera dell’esecutivo oppure se verranno individuate destinazioni diverse. L’Infopoint di via Albertolli è stato aperto dopo la chiusura, nel settembre del 2017, dello storico Iat di piazza Cavour dopo quarant’anni di attività.

A quel punto l’amministrazione comunale aveva deciso di partecipare con Provincia e Camera di Commercio alla gestione del nuovo punto informazioni (aperto in locali privati) che funziona tutti i giorni (festivi inclusi) dalle 9 alle 18. Dal 9 agosto ha chiuso i battenti anche l’Infopoint del Broletto, realizzato nel 2015 dall’amministrazione Lucini. Il centro per i turisti, nel 2016, aveva visto passare oltre 55mila turisti ed è andato “in pensione” dopo soli tre anni di funzionamento.

Resta invece aperto il punto informazioni alla stazione San Giovanni, gestito direttamente dall’amministrazione comunale che ha da poco realizzato le nuove mappe della città. Con gli stessi motivi sono in fase di appalto anche i nuovi totem che verranno installati in centro e nelle zone turistiche in sostituzione di quelli attuali, molti dei quali danneggiati e con le mappe in molti casi invisibili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA