Caos in piazza Volta  Arriva la polizia locale
La polizia locale al lavoro in piazza Volta

Caos in piazza Volta

Arriva la polizia locale

Dopo le segnalazioni le prime multe. E il parcheggiatore abusivo: «Sono qui da sei anni». Problemi per la segnaletica assente

In piazza Volta è arrivata la polizia locale dopo la segnalazione del caos con auto parcheggiate ovunque denunciata da La Provincia nei giorni scorsi. Ieri mattina nella zona di piazzetta Jasca c’erano due agenti inviati dal comando di viale Innocenzo per controllare le auto in sosta e hanno elevato alcune sanzioni per coloro che erano parcheggiati nei posti gialli senza avere l’apposito contrassegno. Presente, come di consueto, il parcheggiatore abusivo che indica alle auto (ancora numerose) che provengono da via Rubini dove sostare. Peccato che nei posti gialli, senza permesso, siano tutti non regolari. I vigili ieri mattina lo hanno allontanato (era presente in piazza, ma non stava dando indicazioni) e lui, sorpreso, ha fatto presente: «Ma sono sei anni che sono qui». Osservando la piazza si nota subito la mancanza della segnaletica verticale nel lato opposto a quello della banca: questo vuol dire che è impossibile sanzionare le auto senza permesso perché non è definito dai cartelli chi siano i titolati alla sosta. Tra l’altro non è stata nemmeno collocata la segnaletica all’ingresso di via Rubini che preveda l’accesso soltanto per i residenti e coloro che sono diretti al parcheggio Jasca. Senza segnaletica è impossibile multare chi entra in direzione piazza Volta, infilandosi in quello che ormai si è trasformato in un budello. Visto l’alto numero di veicoli in ingresso anche la disposizione dei posti moto in via Rubini, che creano una chicane, crea parecchi disagi. Nei giorni scorsi sono state riscontrate auto parcheggiate addirittura in piazza Volta, proprio sotto il monumento dedicato allo scienziato e in via Garibaldi. Va detto che quando saranno conclusi i lavori di riqualificazione della zona verranno attivate le telecamere di controllo con rilevamento non soltanto delle targhe in ingresso, ma anche degli orari di uscita con sanzioni immediate per coloro che non rispettano la tempistica prevista dal pass per la zona a traffico limitato. Per ora la zona continua ad essere un far west. Ieri mattina con l’arrivo della polizia locale alcune auto hanno subito girato tornando ad immettersi su via Cavallotti e rinunciando anche solo all’idea di fare i furbi e lasciare l’auto sulle strisce gialle.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA