Caso Hockey, Landriscina:  sbotta: «Colpa nostra  come sempre, sono stanco...»
Il sindaco Mario Landriscina

Caso Hockey, Landriscina:

sbotta: «Colpa nostra

come sempre, sono stanco...»

«Di solito non penso male, ma stavolta mi viene il dubbio che qualcuno voglia screditarci solo per il gusto di farlo»

Como

Il sindaco Mario Landriscina ha colto l’occasione della conferenza stampa sul caso del palazzetto per togliersi qualche sassolino dalle scarpe: «Sono particolarmente infastidito e indispettito - ha detto - per questi attacchi nei confronti dell’Amministrazione, come se fosse sempre colpa nostra. Invito gli iscritti di questa società a valutare bene la loro rappresentanza, perché noi siamo stiamo cercando di sistemare le cose sul palazzetto, non perdiamo tempo. Come si fa a pensare che vogliamo inimicarci tutti? Se dovessi chiudere tutte le strutture non a norma, vi garantisco che la città andrebbe in tilt in un giorno. Sono stanco di persone che criticano in modo strumentale e questo vale anche per il consiglio comunale (chiaro riferimento alla recente polemica con Fratelli d’Italia sulla decisione di non aprire la stazione ai senzatetto, ndr)».

«Andate a vedere - ha concluso - quanti immobili comunali hanno bisogno di interventi, noi con fatica e magari anche rischi personali cerchiamo di garantire le attività sportive, ma i soldi sono pochi. Proprio per questo stiamo stimolando soggetti interessati a investire per riqualificare alcune strutture. E credo che qualche risultato arriverà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA