Città dei Balocchi  Como in coda  per l’arrivo di Babbo Natale
Como Coda in piazza per l’arrivo di Babbo Natale

Città dei Balocchi

Como in coda

per l’arrivo di Babbo Natale

Duemila regali consegnati ai bambini in un pomeriggio magico. Il giorno di Natale si pattina in piazza Cavour e a Santo Stefano la musica dei Sulutumana al Teatro Sociale

Una lunga coda di comaschi ieri in piazza Verdi per l’arrivo di Babbo Natale. Duemila pacchetti messi a disposizione da Bennet, Artsana e Cosmint che i folletti hanno diviso per tipologia ed età, così ogni bimbo ha trovato il dono adatto. Tra i folletti si sono nascoste le persone che stanno lavorando al Natale comasco, come il presidente dell’associazione Amici di Como, major sponsor dell’evento, Silvio Santambrogio, e Daniele Brunati, l’organizzatore della Città dei Balocchi.

Tutto finito? Niente affatto perché il programma degli eventi natalizi è ricco anche per domani e Santo Stefano. Di solito il 25 dicembre la Città dei Balocchi si riposa, ma domani, nel pomeriggio, dalle 15.00 fino a sera sarà possibile pattinare sulla pista ghiacciata in Piazza Cavour, il contributo per l’ingresso è di 5 euro e quanto ricavato verrà devoluto alla Croce Azzurra Como. Lo scorso anno è stato acquistato un furgone attrezzato per il trasporto dei malati e dei disabili.

Sabato 26 il Bosco Incantato nel Teatro Sociale si risveglia con il laboratorio creativo “C’era un cavallo bianco” (3 – 6 anni) per costruire da sé un cavallo a dondolo e colorarlo. A seguire, alle 17.00, il “Racconto di Natale” di Francesca Marchegiano, narrato da Alessia Melfi e cantato dai Sulutumana.

Il programma della Città dei Balocchi propone, sempre a Santo Stefano, lo spettacolo del mago Valery nella sala del Broletto. Giochi di prestigio con le carte, bacchetta magica, cappello, una magia che raddoppia: lo spettacolo sarà alle 15.00 e anche alle 16.00 e chi ancora se lo dovesse perdere, doppia replica anche il 5 gennaio.

Nella chiesa di San Giacomo continua l’eterogenea esposizione di presepi realizzati da artisti e artigiani e restano accese le luci di Magic Light Festival: Cattedrale e Broletto, San Giacomo al Vescovado, Teatro Sociale e Tempio Voltiano si illuminano di proiezioni artistiche che suscitano stupore, polemiche, discussioni e molti “mi piace” da tutto il mondo per le foto postate sui Social. «Sono state superate le 20mila utenze giornaliere sui Social – commenta Daniele Brunati – con un aumento del 60% dei fans su Facebook».


© RIPRODUZIONE RISERVATA