Como bloccata dal traffico  Soluzione? Una monorotaia  come  ha fatto Bologna
La monorotaia collega l’aeroporto al centro di Bologna

Como bloccata dal traffico

Soluzione? Una monorotaia

come ha fatto Bologna

Fernando De Simone, architetto trasportista comasco ha invitato il sindaco Mario Landriscina a visitare il cantiere

Una monorotaia sopraelevata per unire le zone principali della convalle e fino all’autosilo Valmulini. L’architetto esperto in trasporti e infrastrutture Fernando De Simone, forte della realizzazione appena ultimata a Bologna, rilancia il suo progetto che aveva già proposto in passato. In estrema sintesi propone di potenziare la sosta alla stazione di Grandate con la realizzazione di 5mila posti auto all’uscita dell’autostrada e poi di creare una monorotaia collegata all’autosilo Valmulini, alla stazione di Como Lago, a San Giovanni e al Sant’Anna.

«Dopo aver analizzato tutti i tentativi fatti dal Comune di Como negli ultimi 30 anni,per ridurre i flussi ed i fenomeni di congestione automobilistica - ribadisce De Simone - ritengo che per risolvere il problema ci siano solo 2 soluzioni : tunnel o monorotaia sopraelevata. Quando si progetta un nuovo tracciato per il trasporto pubblico urbano, per convincere i cittadini ad utilizzare il mezzo pubblico in alternativa a quello privato, si deve cercare di rispettare il “triangolo della puntualità” : no code, no semafori, no pedoni. Se ci sono code, l’automobilista preferirà aspettare nella sua auto, e non nel mezzo pubblico, spesso in piedi. Bisogna scegliere quindi fra metropolitana sotterranea, tram, filobus, autobus, ferrovia classica e monorotaia sopraelevata».

De Simone sottolinea di aver recapitato il suo progetto anche alla nuova amministrazione. «Con la mia rappresentata svizzera Intamin Transportation, ho invitato il sindaco Mario Landriscina e l’assessore Vincenzo Bella a venire a vedere la monorotaia di Bologna, che abbiamo appena ultimata». Si tratta di People Mover, il sistema realizzato in project financing, che collega l’aeroporto al centro entrerà in funzione a gennaio e il primo giro sarà gratuito come ha già annunciato il primo cittadino bolognese.

L’architetto comasco da anni ormai ha presentato la sua idea salva traffico per la città di Como, ma per il momento non è stato fatto nulla. Anche la vecchia ipotesi di metrotranvia o metropolitana leggera è stata accantonata.

In estrema sintesi la ricetta anti-smog di De Simone è semplicissima: parcheggi esterni collegati al centro dalla monorotaia ad altissima frequenza. Una sorta di metropolitana sopraelevata in grado di unire tutti i punti strategici della convalle e dell’immediata periferia. E i soldi? Lui stesso, anni fa, aveva ipotizzato il finanziamento derivante dalla vendita dell’area di Comodepur in seguito al trasferimento in caverna dell’impianto. Ma adesso, ci potrebbero essere altre opzioni.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA