Como, carta elettronica  Aumentano costi e tempi di attesa
Il nuovo documento in formato elettronico

Como, carta elettronica

Aumentano costi e tempi di attesa

Il nuovo documento d’identità non è esattamente un affare.Per l’appuntamento all’Anagrafe occorrono 40 giorni. L’assessore: «Vero, ma non è solo un problema di Como»

Quadruplicano i costi e aumentano i tempi d’attesa. Al momento, la nuova carta d’identità elettronica non è proprio un affare per i cittadini.

Dal 4 dicembre, anche a Como è possibile ottenere la” cie”, pensata per sostituire gradualmente il vecchio documento cartaceo. Per chi dovesse rinnovare il documento (finché non scade, non è possibile sostituire nulla), è necessario prenotare un appuntamento, o telefonando o attraverso il servizio di prenotazione online del portale del Comune, cercando poi lo spazio nell’agenda degli appuntamenti. Il primo “buco” disponibile è mercoledì 6 giugno, dalle 12.30 alle 12.45: fra quasi quaranta giorni.

Gli sportelli sono tre e prendono quattro appuntamenti l’ora: uno funziona da lunedì a sabato, un altro da lunedì a venerdì mentre l’ultimo prende appuntamenti solo il mercoledì e fino alle 11.30. Gli orari di apertura vanno dalle 9 alle 13.15, tranne il mercoledì dalle 8.30 alle 15.30 e il sabato dalle 9 alle 12. I tempi per il procedimento di registrazione si aggirano intorno ai 15-20 minuti per un costo di 22 euro, quadruplicato di fatto rispetto a prima con il vecchio documento cartaceo.

L’assessore ai Servizi demografici ed elettorali Francesco Pettignano allarga le braccia: «Purtroppo – commenta – nel nostro settore, come in altri, c’è mancanza di personale. Le richieste sono tante e i tempi di attesa si allungano sempre di più. Non è però solo un problema di Como, in altre città si aspetta ancora di più, a Torino si arriva a sei mesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA