Como, conquistati dalla luna  Mai così vicina a noi
Una luna davvero gigante nel cielo di BrunateButti

Como, conquistati dalla luna

Mai così vicina a noi

Il nostro satellite si trova al perigeo. Sarà più grande e luminosa per i prossimi giorni. Il momento migliore per osservarla è al tramonto

Forse, più di altre volte, c’è un buon motivo per uscire di casa e stare un po’ sovrappensiero con il naso all’insù, senza sensi di colpa. Da ieri e per i prossimi quattro o cinque giorni, la luna è più grande e luminosa del solito. Per usare un termine non scientifico ma accattivante: è la “superluna”.

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

Verità o suggestione? Forse entrambe, come nelle migliori occasioni. «È un evento interessante – spiega il docente di Fisica dell’Insubria Francesco Haardt – l’orbita intorno al nostro pianeta è ellittica e la distanza fra i due corpi celesti varia nel corso dell’anno». Se fosse circolare, sarebbe invece sempre uguale, come avviene rispetto al centro per un punto qualsiasi collocato su una circonferenza. Avvicinandosi e allontanandosi da noi, il diametro a della luna appare quindi di diverse dimensioni. Oggi ha raggiunto il perigeo, il punto più vicino: «Per dare un’idea – continua Haardt – dista 356mila chilometri, mentre il punto di massimo allontanamento è 406mila». Insomma, la differenza fra i due diametri apparenti è sostanziale, circa del tredici per cento, ed è, in effetti, più vicina e luminosa.

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

«Secondo me vale la pena – sottolinea Haardt – soprattutto, è suggestiva quando è bassa

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

sull’orizzonte perché sembra ancora più grande di quanto è in realtà. Qui, però, subentra l’illusione ottica, dovuta a termini di paragone come, per esempio, gli alberi».

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

La superluna fotografata dal lettore David Pantera

L’effetto durerà ancora quattro o cinque giorni, per poi svanire subito dopo». Da tempo, sedicenti esperti affermano che nei tre giorni intorno a una superluna aumentano le probabilità che si verifichino particolari disastri naturali, come terremoti ed eruzioni vulcaniche, a causa della maggiore forza gravitazionale del satellite. Diverse ricerche scientifiche hanno smentito queste impostazioni, incontrando correlazioni minime o non trovandone affatto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA