Como, entro l’estate rotatoria a San Rocco: «Ci sarà meno caos»

Como, entro l’estate rotatoria a San Rocco: «Ci sarà meno caos»

Passo indietro dei privati, a realizzare la rotatoria sarà il Comune

«Con la rotonda in fondo alla Napoleona ci sarà meno traffico». Ad assicurarlo è l’assessore alla Viabilità Vincenzo Bella che fin dall’inizio del mandato aveva caldeggiato la realizzazione, sperimentale, della rotatoria. «Il piano del traffico - spiega - ci dirà se effettivamente sarà funzionale e proprio per vedere gli effetti sarà operativa in via sperimentale. Mi aspetto che funzioni bene, ci sarà però da tenere sotto controllo l’uscita dei bus da via Milano che per immettersi nella rotatoria devono dare la precedenza a chi scende dalla Napoleona».

E aggiunge: «Parliamo di 27 metri complessivi di rotatoria, era una richiesta non solo del quartiere ma dei moltissimi che transitano da quella zona. Credo che sia stata una scelta positiva quella di far partire prima la sperimentazione su via Milano alta, con la riapertura al traffico. Mantenendo questa misura non ci saranno problemi particolari poiché il traffico sarà ripartito e i bus troveranno il modo di uscire. Metteremo in ogni caso a disposizione della società di ingegneria che dovrà realizzare il piano del traffico tutti i dati, in modo da avere le valutazioni il più precise possibile».

La rotatoria sarà realizzata, contrariamente a quanto era emerso negli ultimi mesi, direttamente da Palazzo Cernezzi e non più dai privati che avrebbero dovuto aprire un’attività commerciale in Napoleona. Il progetto è stato sottoposto giovedì alla giunta dall’assessore all’Urbanistica Marco Butti. I tempi al momento non sono precisi: l’intervento costerà circa 20mila euro e molto probabilmente potrà essere realizzato solo dopo l’approvazione del bilancio da parte di Palazzo Cernezzi (tra marzo e aprile).

La risoluzione del nodo di San Rocco è un tema che da anni torna ciclicamente d’attualità e questa sembra essere davvero la volta buona per poter testare una rotonda che consentirebbe quindi di fare inversione di marcia senza arrivare a metà della tangenziale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA