Como, lago ancora fuori. VIDEO   Le dighe mobili reggono  Si spera nel gironcino
Como aperta una corsia sul lungolago e un passaggio attraverso piazza Cavour in mattinata per permettere al traffico di defluire, esondazione lago (Foto by Andrea Butti)

Como, lago ancora fuori. VIDEO

Le dighe mobili reggono

Si spera nel gironcino

Le protezioni hanno consentito idi scongiurare il blocco delle auto in piazza Sant’Agostino, ma di consentire al traffico di arrivare fino a piazza Cavour, di percorrere il lato di piazza passando accanto al bar Monti, di girare a destra verso via Fontana e quindi via Cairoli e di tornare nuovamente sul lungolario

I volontari della Protezione civile hanno lavorato per tutto il giorno, per cercare di contenere l’avanzata delle acque del lago verso il centro città grazie alle barriere provenienti anche dal Comune di Monza. Un’impresa che sembra riuscire.

Basti dire che nel giugno dello scorso anno, con il livello del lago più basso di oltre una decina di centimentri rispetto a oggi, le acque avevano già invaso e reso impraticabile mezza piazza Cavour. E invece, ancora oggi con il Lario a 152 centimetri (ovvero oltre trenta sopra la soglia di esondazione) gli uomini della polizia locale riuscivano a far transitare le auto accanto al bar Monti verso piazza Cavour lungo il gironcino d’emergenza che - nelle speranze dell’amministrazione - dovrebbe consentire di evitare il collasso del traffico.

Dighe, come detto, che hanno consentito agli uomini della polizia locale, coordinati dal commissario capo Luciano Campagnoli, di scongiurare il blocco delle auto in piazza Sant’Agostino, ma di consentire al traffico di arrivare fino a piazza Cavour, di percorrere il lato di piazza passando accanto al bar Monti, di girare a destra verso via Fontana e quindi via Cairoli e di tornare nuovamente sul lungolario.

La speranza è di rendere operativa questa deviazione anche oggi. In alternativa sarà aperto il tratto piazza Verdi-piazza Roma-via Fontana-via Cairoli. In ogni caso prepariamoci a giornate faticose sul fronte del traffico.

Per fortuna il meteo sembra volgere al bello. Secondo le previsioni la perturbazione proveniente dalla Manica sta per lasciare il Nord Italia. Già a cominciare da stamattina - dicono gli esperti meteo - le nuvole inizieranno a diradarsi. Poi tempo asciutto fino almeno a sabato prossimo, con le temperature che, tra mercoledì e giovedì, dovrebbero tornare a toccare i 22 gradi.

.


Paolo Moretti Giornalista

© RIPRODUZIONE RISERVATA