Como: in via Paoli, i semafori intelligenti  Il “rosso” si regola in base al traffico
La simulazione al computer mostra il nuovo volto dell’area Trevitex, con il sovrappasso ciclopedonale

Como: in via Paoli, i semafori intelligenti

Il “rosso” si regola in base al traffico

Nel progetto per l’area Trevitex sono previsti nuovi impianti con speciali sensori. Rilevano in tempo reale i flussi e adattano la lunghezza dello stop al numero di veicoli

Como

Nell’accordo firmato da Comune e società Cedi (gruppo Esselunga) per la riqualificazione dell’area ex Trevitex spunta un maxi intervento sui semafori della zona. Una novità che promette di rendere più scorrevole il traffico, evitando code e rallentamenti senza mettere a repentaglio la sicurezza dei pedoni. Le tempistiche degli impianti, in sintesi, si regoleranno automaticamente in base al numero di auto in transito. «Il progetto - spiega la relazione tecnica - prevede la sostituzione degli attuali semafori, la creazione di una rete di sensori per misurare e classificare il traffico, la modifica della fase di controllo e gestione dei veicoli in ingresso nell’area oggetto di intervento». Le intersezioni considerate sono quattro: via Badone-via Varesina, via Badone-via Paoli, via Paoli-via Canturina-via Napoleona, via Napoleona-via Turati. «Dove gli incroci lo permettono - si legge ancora - gli attraversamenti pedonali sono gestiti con una fase indipendente per garantire una migliore sicurezza degli utenti».

«Partendo dal rilevamento in tempo reale dei flussi di traffico, i sistemi adatteranno le lunghezze dei cicli semaforici , i singoli centralini gestiranno il taglio o l’allungamento della fase restando all’interno di un intervallo minimo e massimo predefinito». In base al numero di veicoli, il meccanismo garantisce un flusso costante (gestito con «onda verde») e tempi di verde adeguati al traffico sulle strade laterali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA