Como, migranti e sicurezza  Il sindaco: subito norme anti accattoni
Sarà vietato chiedere l’elemosina in centro e sono previste multe e allontanamenti

Como, migranti e sicurezza

Il sindaco: subito norme anti accattoni

Landriscina è pronto a firmare l’ordinanza. E sulla proposta di Rapinese: «Altre ipotesi e non si agisce per emotività, ma con risposte concrete»

«A breve inizieremo con la prima ordinanza per dare risposte su temi aperti, come quello dell’accattonaggio». A dirlo il sindaco Mario Landriscina intervenendo sulla questione sicurezza che ha visto nella scorsa settimana due serate convulse con protagonisti richiedenti asilo e, in un caso, uno straniero già espulso (l’aggressione di tre ragazze in piazza Vittoria e la maxi rissa a Monte Olimpino). Lo stesso sindaco ha commentato anche la proposta lanciata dal gruppo di Alessandro Rapinese di introdurre una sorta di “coprifuoco” tra le 20 e le 8 per i migranti: su questo ha depositato una mozione con la quale propone al primo cittadino di chiedere al prefetto di attuare la misura: «Io sono abituato ad ascoltare le opinioni di tutti, però sono in grado di produrre risposte anche lavorando con chi mi circonda e non avallando per forza le ipotesi altrui. Nei tempi e nei modi che valuteremo con la maggioranza proporremo gli interventi necessari. In questa fase sto parlando moltissimo con il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e a breve firmerò l’ordinanza per dare risposte sui temi aperti». Landriscina dice che «è in corso un grande lavoro di squadra per dare risposte non emotive, ma concrete». E invita anche Rapinese «quando presenta delle proposte, a mettere sul tavolo anche i presupposti giuridici a supporto» perché ribadisce, «non si può agire sull’onda emotiva e basta».

L’ordinanza che vieta l’accattonaggio, così come hanno già fatto sindaci di destra (l’ultimo Dario Allevi, primo cittadino di Monza), e di sinistra (ad esempio il lecchese Virginio Brivio) viene indicata da Landriscina come «il primo segnale» e come «un passo importante». «Certamente - prosegue il sindaco - ogni azione è utile per migliorare la sicurezza e contrastare il degrado, con l’obiettivo di avere una città più ordinata e pulita. E tutte queste azioni verranno adottate: mi riferisco anche all’illuminazione pubblica, all’organizzazione della raccolta rifiuti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA