Como, spacciavano ai giardini  Tre arresti, l’acquirente scappa
Una pattuglia dei carabinieri ai giardini a lago (Foto by archivio)

Como, spacciavano ai giardini

Tre arresti, l’acquirente scappa

I carabinieri fermano tre cittadini stranieri con della marijuana in viale Corridoni, nella zona dei giardini a lago

Una cosa è certa: i giovani in cerca di marijuana sanno molto bene dove andarla a cercare. Anche il Primo Maggio. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Como hanno arrestato tre persone, secondo l’accusa spacciatori in attesa di clienti alle solite panchine dietro alla locomotiva di via Corridoni, ai giardini a lago.

E un cliente, verosimilmente, i carabinieri lo hanno anche visto: un ragazzo molto giovane che però, dopo aver ritirato una bustina e lasciato dei soldi al gruppetto poi arrestato, alla vista dei militari è fuggito riuscendo a disperdersi tra i turisti - particolarmente numerosi - presenti sul lungolago.

L’intervento dei carabinieri risale a mercoledì, poco dopo mezzogiorno e mezza. Una pattuglia del nucleo operativo, impegnata in un servizio per la prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti, si è piazzata in prossimità di viale Corridoni.

Dopo pochi minuti ecco presentarsi un giovane, che dopo aver scambiato poche parole con un ragazzo di origini africane, si allontana non prima di lasciare dei soldi in contanti. I carabinieri a questo punto hanno deciso di intervenire e hanno bloccato tre giovani:un gambiano di 26 anni, un connazionale 19 anni, e un senegalese di 27 anni.

Il pubblico ministero di turno alla Procura ha disposto per tutti e tre l’arresto con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio. Tutti quanti sono quindi stati accompagnati in carcere, al Bassone, dove già oggi dovrebbero essere interrogati dal giudice delle indagini preliminari nell’udienza di convalida dell’arresto, convalida richiesta dalla Procura.


© RIPRODUZIONE RISERVATA