Como, Villa Olmo inaccessibile  Il Comune contesta l’impresa
Il collegamento tra i due cancelli per le carrozzine è stato sepolto dalle nuove aiuole

Como, Villa Olmo inaccessibile

Il Comune contesta l’impresa

L’assessore Bella in consiglio: «Prima lettera a marzo, poi a luglio»

E ora assicura: ripristini dalla prossima settimana Poi nuovi percorsi e bagni per portatori di handicap

Due contestazioni alla ditta che ha eseguito i lavori a Villa Olmo e la promessa che dalla prossima settimana partiranno i ripristini del percorso disabili previsto nel progetto, ma realizzato in modo incompleto. Domenica pomeriggio un disabile è rimasto incastrato con la sua carrozzina nella ghiaia e l’ha “liberato” la polizia locale. Per avere di nuovo il collegamento diretto tra i due cancelli (quello vecchio è stato sepolto sotto le nuove aiuole e non ripristinato) e un altro pezzetto verso il lago accessibili alle carrozzine ci vorrà invece più tempo.

«Gli uffici - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Vincenzo Bella, che ieri sera è anche intervenuto in consiglio comunale sul tema - hanno fatto due contestazioni all’impresa per il mancato completamento del percorso per disabili previsto dal progetto, quello che passa vicino alla villa, la prima il 24 aprile scorso e la seconda a fine luglio. Adesso l’azienda è stata riconvocata e ha garantito che dalla prossima settimana ripristinerà il percorso». Per gli altri interventi a a misura carrozzine bisognerà aspettare. «Sui bagni realizzati quattro anni fa con due gradini di accesso - precisa l’assessore - non c’è nulla da commentare, ma solo da intervenire. Dovremo anche avere il via libera della Soprintendenza, ma credo che assolutamente i servizi igienici debbano davvero essere accessibili ai disabili e non solo sui cartelli».

.

© RIPRODUZIONE RISERVATA