Como, zero assessori  Fontana: «Aspettate a lamentarvi»

Como, zero assessori

Fontana: «Aspettate a lamentarvi»

Il neo governatore lascia però poche speranze. Il lumbard Turba verso un incarico da sottosegretario. Per Fermi la consolazione della presidenza del consiglio

È questione di ore, due giorni al massimo, per l’annuncio della nuova giunta regionale che, salvo ribaltoni dell’ultimo minuto, non vedrà assessori comaschi. Per il forzista e sottosegretario uscente Alessandro Fermi, su cui tutti avrebbero scommesso, si profila la “consolazione” con la carica di presidente del consiglio mentre il leghista Fabrizio Turba (alla sua prima esperienza al Pirellone) è a un passo dall’ottenere l’incarico di sottosegretario.

Nel giorno della sua proclamazione ufficiale a presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e del vertice con la coalizione che lo sostiene, risponde al telefono a “La Provincia” solo al volo e per pochi minuti tra un incontro e l’altro.

Presidente, ci può dire se le indiscrezioni che vedono Como esclusa dalla giunta sono confermate?

Non posso dire niente fintanto che non ci sarà una formalizzazione degli accordi che stiamo cercando di raggiungere con gli alleati.

Va bene, ma ci può dire almeno se il nome di Alessandro Fermi è mai stato sulla lista che Forza Italia le ha dato con la rosa dei suoi assessori?

Per rispetto dei miei alleati fintanto che la questione non è conclusa non mi sento di dire niente. Siamo molto vicini alla conclusione e credo che giovedì i nomi potranno essere formalizzati. Fino a quel momento, però, per rispetto del mio partito e degli altri della maggioranza credo che sia opportuno non dire nulla.

L’intervista completa su La Provincia del 27 marzo 2018


© RIPRODUZIONE RISERVATA