Condizionatori, 100 euro in più al mese

Caccia al fresco Gli acquisti dei dispositivi refrigeranti sono aumentati del 40% rispetto alle scorse estati. Occhio alla bolletta dell’energia elettrica: rincaro pesante per chi utilizza gli apparecchi in modo intensivo

Condizionatori, 100 euro in più al mese
Un condizionatore esterno
(Foto di archivio)

Le temperature sempre più calde di questi giorni spingono le vendite di condizionatori e con esse i consumi di energia. Un salasso economico che può anche sfiorare i 100 euro al mese per un utilizzo intensivo come quello di chi è costretto a passare molte ore al giorno in casa.

Infatti, se gli acquisti di questi dispositivi hanno raggiunto un incremento del 40% rispetto a una stagione estiva ordinaria, anche i tempi in cui vengono tenuti in funzione stanno aumentando considerevolmente per cercare di trovare un po’ di refrigerio da un mese di luglio che proprio in questi giorni presenta punte di 37 gradi anche nel Comasco e nel Lecchese.

- Leggi anche «”I condizionatori dovrebbero essere un diritto umano”. Intanto aumentano nella nostra provincia»

Quanto costa utilizzare un condizionatore?

Difficile fare una valutazione precisa perché sono diversi i fattori da considerare: il tipo di dispositivo utilizzato, la potenza, la classe energetica, le ore di utilizzo, la grandezza della stanza da rinfrescare e il contratto con il gestore dell’energia elettrica.

Si possono però effettuare delle simulazioni. Ipotizziamo un dispositivo di classe energetica A+, un utilizzo per dodici ore al giorno negli ultimi quindici giorni, quelli in cui si sono registrate temperature elevatissime. Al momento il prezzo medio dell’energia è di 0,276 euro al kilowattora, più Iva al 10% per quanto riguarda il mercato tutelato, mentre sul mercato libero dipende dalla tipologia di contratto sottoscritto.

Nel primo caso ipotizziamo un condizionatore fisso monosplit, con un consumo medio che può essere stimato in un kilowattora. Per l’acquisto servono almeno 500-600 euro, ma il prezzo può salire anche considerevolmente in caso di modelli più potenti. L’iter per l’installazione richiede circa una settimana.

Costo extra in bolletta fino (e oltre) ai 100 euro

Per quanto riguarda i consumi, invece, in quindici giorni, con dodici ore di utilizzo quotidiano, si potrebbe arrivare ad avere un costo di 55 euro compresa Iva e accise. Un mese a queste temperature significherebbe quindi un costo extra in bolletta superiore ai 100 euro.

Consumi leggermente più bassi nel caso di un condizionatore portatile, il cui acquisto a seconda delle caratteristiche richiede dai 300 euro in su, con scarse disponibilità di magazzino al momento. È un dispositivo che non prevede un’installazione fissa ma si può spostare a seconda delle esigenze.

Nella maggioranza dei casi viene indicato un range di potenza, generalmente da 300 a 1.200 watt. Questo significa un dato medio di consumo di 0,750 kilowattora che significa un consumo di circa 21 centesimi all’ora. In quindici giorni di utilizzo a dodici ore al giorno, equivale a una spesa di 41,36 euro, tasse comprese che diventa di 82 euro su base mensile.

Costi considerevoli che vanno a sommarsi ai rincari per i carburanti e i generi di prima necessità in un’estate che si rivela sempre più difficile, anche per i nostri portafogli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True