Confcommercio: sui rifiuti  i cittadini paghino di più

Confcommercio: sui rifiuti

i cittadini paghino di più

I commercianti contestano gli eccessivi costi della tassa rifiuti e chiedono al Comune di Como di rivedere le tariffe

Tassa rifiuti troppo penalizzante per le attività commerciali. La Confcommercio attacca il Comune di Como accusandolo di applicare una Tari troppo elevata rispetto ad altre città. Il presidente Giansilvio Primavesi fa presente che «nonostante il ragguardevole traguardo raggiunto del 65% di raccolta differenziata in meno di due anni grazie all’impegno di cittadini e, soprattutto, delle attività, si è riscontrato un aumento delle tariffe 2015 rispetto a quelle del 2014. Quest’ultimo se contenuto per le utenze domestiche (rilevato un aumento medio del 3.7%) è invece aumentato nell’ordine del 6.7% per le nostre attività associate».

Da qui la proposta: «L’amministrazione dovrebbe riequilibrare il carico tra cittadini e imprese e valutare l’adozione di un metodo misto per la ripartizione dei costi».

Tutti i dettagli, le cifre, il botta e risposta tra commercianti e Comune sul quotidiano in edicola oggi oppure sull’edizione digitale


© RIPRODUZIONE RISERVATA