Conti alle Poste svizzere  più cari per i frontalieri
Da PostFinance stangata sui conti dei frontalieri

Conti alle Poste svizzere

più cari per i frontalieri

Dal 2017 scatta il rincaro: da 15 a 25 euro al mese. E scatta la protesta

Un’altra brutta notizia per i frontalieri. Come spiega il sito del Corriere del Ticino (che raccoglie una notizia anticipata da Ticino on line e poi da Varesenews) dal prossimo anno le spese di commissione per chi risiede all’estero e ha un conto alla Posta elvetica passeranno da 15 a25 franchi al mese. In pratica ad esserne particolarmente colpiti sono proprio i frontalieri moltissimi dei quali hanno un corto aperto a PostFinance. Aumentano ulteriormente le spese di commissione per i clienti domiciliati all’estero con conto privato presso la Posta. Dal 2017 infatti le commissioni dei frontalieri passeranno dagli attuali 15 franchi mensili a 25 franchi. La notizia è stata anticipata settimana scorsa da tio.ch e, dopo che il portale Varesenews l’ha rilanciata questa mattina in apertura di sito, il malumore di diversi frontalieri con un conto PostFinance non si è fatto attendere.

E le proteste, in particolare on line e sui social, non si sono fatte attendere. In pratica le Poste elvetiche, in una lettera inviata ai clienti esteri, aveva spiegato che l’aumento del costo di gestione è necessario per coprire i maggiori oneri derivanti dalle nuove norme sullo scambio d’informazioni, norme che arrivano in seguito alle intese internazionali sui capitali all’estero e sulla trasparenza nei movimenti di valuta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA