Coronavirus, ancora nove morti  I contagi rallentano e calano i ricoveri
Personale della Croce rossa impegnato in un intervento

Coronavirus, ancora nove morti

I contagi rallentano e calano i ricoveri

I comaschi guariti dal virus salgono a 419 - Dei 32 nuovi casi registrati, quasi un terzo a Tavernerio - Protezione civile: mai così pochi tamponi positivi

Como

Qualche nuovo caso in più rispetto a ieri, ma la curva del contagio sembra essersi attestata sotto l’1% da qualche giorno a questa parte. E questa è una buona notizia. Meno positivo il dato sul numero dei morti comaschi per Covid registrati nelle ultime 24 ore: sono stati nove, due terzi in più rispetto al dato precedente. E quando si parla di vittime, poche che siano, la notizia non è certo buona. Sono giorni di grande tensione, sul fronte della verifica dei numeri. La fase 2 è sotto esame, quindi eventuali incrementi rischiano di suonare come un campanello d’allarme.

Com’è andata nella nostra provincia? Come detto tutto sommato il dato è confortante. I nuovi casi ufficiali registrati sono stati 32 con un incremento, rispetto al giorno prima, dello 0,96%. Una percentuale superiore alla media lombarda (che si è fermata al +0,64%) ma comunque inferiore ad altre realtà come Varese (+1,87%) o Lodi (+1,7%).

Anche la proporzione tra contagiati e popolazione, nella nostra provincia, è buona, tra le migliori della Lombardia dopo Varese e al pari di Monza e Brianza.

Dei 32 nuovi contati, stando ai dati ufficiali elaborati dalla Regione Lombardia, quasi un terzo sono stati registrati a Tavernerio salito da 34 casi positivi a 43 in una giornata. Per quanto riguarda i decessi nella città di Como sono stati registrati altri due lutti dovuti al coronavirus, portando il numero delle persone vittime del Covid a 83. Un nuovo caso è stato registrato ufficialmente anche a Mariano Comense e uno nel comune di Tremezzina.

Crescono sempre più - e torniamo sul fronte “buone notizie” - i numeri dei comaschi guariti dal virus: sono ufficialmente 419, su un totale di 3.364 persone positive al Covid dall’inizio dell’emergenza a oggi nella nostra provincia.

Spostandoci sulla Regione, la Protezione Civile ha sottolineato ieri come mai, dai primi di marzo, così pochi tamponi fatti siano risultati positivi. Soltanto due settimane fa il dato era di un tampone su cinque positivo, ora siamo a uno su cinquanta.

A livello regionale i nuovi contagi sono stati complessivamente 500 (in calo sia rispetto a ieri che al giorno prima) mentre i decessi sono aumentati: 95 (erano stati 63 ieri e 42 il giorno precedente).

Continuano a diminuire i pazienti ricoverati negli ospedali perché malati di Covid: 213 in meno, ieri, con il trend che potrebbe portare forse già oggi a scendere sotto i 6mila ricoveri in tutta la regione. In calo anche i numeri dei pazienti in terapia intensiva: ormai sono poco più di 500, erano poco meno del triplo soltanto tre settimane fa.

Piccoli passi, insomma, verso una situazione meno tragica. Sempre tenendo sotto controllo i dati giorno per giorno. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA